General Motors potrebbe acquistare il 5% di PSA

General Motors starebbe trattando per acquistare una quota tra il 5 e il 7% di Psa Peugeot Citroen, per produrre poi insieme auto e motori in Europa.

General Motors potrebbe acquistare il 5% del gruppo francese PSA Peugeot Citroen

Secondo fonti francesi e americane, la trattativa sarebbe già avviata, soprattutto alla luce delle notizie emerse la settimana scorsa, che parlavano di una stretta collaborazione da parte dei 2 gruppi automobilistici che puntavano a creare delle economie nel settore della ricerca e della produzione di motori e piattaforme da destinare al mercato europeo, dove entrambe le aziende stanno perdendo terreno, complice anche un calo di vendite generale.

Nel dare la notizia, i quotidiani francesi sottolineano anche che l'accordo prevederebbe che General Motors si debba fermare al 5% delle quote del costruttore transalpino e che una eventuale scalata dovrebbe essere fatta solo con l'autorizzazione di Psa.

La notizie in possesso del giornale statunitense Bloomberg indicano invece che la quota che GM si appresterebbe ad acquistare da Peugeot Citroen sarebbe del 7%.

Se vuoi aggiornamenti su GENERAL MOTORS POTREBBE ACQUISTARE IL 5% DI PSA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 28 febbraio 2012

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".