General Motors annuncia un taglio di circa 1100 rivenditori americani

Avviato il piano di riduzione delle rete vendita americana di General Motors: a circa 1100 concessionari non verrà rinnovato il contratto

General Motors annuncia un taglio di circa 1100 rivenditori americani

di Redazione

15 maggio 2009

Avviato il piano di riduzione delle rete vendita americana di General Motors: a circa 1100 concessionari non verrà rinnovato il contratto

.

Uno degli aspetti più dolorosi della ristrutturazione di General Motors ha preso il via oggi: circa 1100 rivenditori americani chiuderanno i battenti, secondo GM fra quelli che negli ultimi anni hanno registrato i minori volumi di vendite.

L’accordo di franchising sarà valido comunque fino a Ottobre del 2010, data in cui terminerà il contratto che li lega con il Gruppo americano, mentre per conoscere la sorte dei circa 470 concessionari Saturn, Hummer e Saab presenti nel territorio statunitense bisognerà attendere gli sviluppi delle vicende sui rispettivi marchi, la cui cessione è ormai data per certa.

E’ questa la prima parte del piano di ridimensionamento presentato al Governo USA che prevede la riduzione della rete americana dai 5.969 punti vendita odierni fino a circa 3600 entro la fine del 2010. Ci saranno altri tagli, è stato ufficialmente annunciato oggi, ma GM crede che circa al 90% dei rimanenti concessionari verrà offerta la possibilità di rimanere in attività.

Fin dall’inizio avevamo detto che i nostri rivenditori non sono un problema ma un bene per General Motors” ha annunciato il Vice Presidente Sales Service e Marketing Mark LaNeve.

Ad ogni modo rimane un imperativo che un solido ed efficiente servizio di vendita non dovrà solo sopravvivere ma prosperare nel corso delle crisi cicliche che potranno esserci anche in futuro. E’ ovvio che quasi tutte le componenti di GM, inclusi i rivenditori, dovranno essere più piccole ed efficienti“.

No votes yet.
Please wait...