Bmw-Toyota: Lexus non monterà i motori bavaresi

Il recente accordo che prevede lo scambio di tecnologie tra i due marchi Bmw e Toyota non coinvolgerà il brand premium Lexus.

Bmw-Toyota: Lexus non monterà i motori bavaresi

Tutto su: Lexus

di Francesco Donnici

19 dicembre 2011

Il recente accordo che prevede lo scambio di tecnologie tra i due marchi Bmw e Toyota non coinvolgerà il brand premium Lexus.

La recente partnership siglata da Bmw e Toyota relativa allo scambio di tecnologie tra i due marchi, non coinvolgerà il brand premium Lexus, appartenente all’orbita della Casa dei Tre ellissi.

La conferma ufficiale arriva da un portavoce del Gruppo giapponese che in una intervista rilasciata all’autorevole Automotive News ha precisato che le strategie di Lexus prevedono un esclusivo impegno verso lo sviluppo di tecnologie ecosostenibili, come quelle full hybrid e plug-in hybrid che man mano equipaggerano tutta la gamma del Costruttore nipponico. Questa strada porterà alla completa estinzione delle unità alimentate a gasolio utilizzate sotto il cofano dei modelli Lexus, che per il momento vantano un solo modello equipaggiato con questo tipo di propulsore, ovvero la Lexus IS 220d.

Al contrario le vetture Toyota gioveranno a partire dal 2014 di due nuovi propulsori diesel da 1.6 e 2.0 litri realizzati dal Costruttore teutonico. In cambio la Casa dell’elica otterrà la tecnologia ibrida ed elettrica sviluppata dalla Casa del Sol Levante. Un’altro motivo che limiterà la collaborazione al solo marchio Toyota può essere ricercato anche nella diretta concorrenza dei marchi Bmw e Lexus (considerati entrambi costruttori premium), anche se i volumi di vendita registrati in Europa premiano di gran lunga il gruppo tedesco.