Fiat: siglato nuovo contratto, esclusa la Fiom

Firmato a Torino il nuovo contratto tra la Fiat, le unioni sindacali Fim, Uilm, Fismic, Ugl e l’Associazione quadri.

Fiat: siglato nuovo contratto, esclusa la Fiom

di Luca Gastaldi

13 dicembre 2011

Firmato a Torino il nuovo contratto tra la Fiat, le unioni sindacali Fim, Uilm, Fismic, Ugl e l’Associazione quadri.

Oggi, all’Unione Industriale di Torino, è stato firmato il nuovo contratto tra la Fiat, le unioni sindacali Fim, Uilm, Fismic, Ugl e l’Associazione quadri. Un accordo che di fatto sostituisce quello nazionale dei metalmeccanici per rifarsi a quello siglato il 29 dicembre 2010 a Pomigliano. Fuori la Fiom che non ha firmato e che non potrà quindi far valere le proprie rappresentanze sindacali negli stabilimenti.

Il Lingotto, inoltre, ha confermato tutti gli investimenti previsti per il progetto Fabbrica Italia e il vincolo a rimanere sul territorio nazionale.

Il nuovo contratto prevede lo straordinario senza trattativa, le norme per il contenimento dell’assenteismo, l’organizzazione del lavoro su 18 turni (tre al giorno) in sei giorni, la riduzione delle pause da 40 a 30 minuti, ma anche premi di 600 euro per il raggiungimento dei risultati, un ulteriore scatto di anzianità e un aumento della paga base. Il nuovo contratto coinvolge 86.200 dipendenti.