Manchester: sequestrata la Maserati di Balotelli

La polizia inglese ha sequestrato la Maserati GranTurismo del calciatore Mario Balotelli: andava a 300 km/h e non aveva i documenti in regola.

Manchester: sequestrata la Maserati di Balotelli

Tutto su: Maserati GranTurismo

di Andrea Barbieri Carones

07 dicembre 2011

La polizia inglese ha sequestrato la Maserati GranTurismo del calciatore Mario Balotelli: andava a 300 km/h e non aveva i documenti in regola.

Tra un gol e l’altro, il calciatore Mario Balotelli riesce a far parlare di sé per episodi che di sportivo hanno ben poco. 

L’attaccante del Manchester City, infatti, si è visto sequestrare la Maserati GranTurismo da oltre 100.000 euro per un eccesso di velocità nei pressi di Worsley (Manchester) che non lasciava adito a dubbi: i 300 km/h raggiunti, infatti, erano ben oltre il limite su quel tratto dell’autostrada M60 e addirittura oltre la velocità massima dichiarata dalla Casa modenese che ne ferma le prestazioni a “soli” 285 km/h.

Ma dato che i guai non vengono mai da soli, da un controllo degli agenti sui documenti del calciatore e su quelli dell’auto è emerso che qualcosa non era in regola. Anzi: sembra che il veicolo non fosse stato registrato secondo le norme, nonostante Balotelli sostenesse il contrario.

La cosa incredibile è che il giocatore aveva appena acquistato la vettura in sostituzione della sua “vecchia” GranTurismo, già protagonista di diverse disavventure: qualche mese fa era stata presa a sprangate probabilmente da qualche tifoso del Manchester United (squadra rivale del City), poi era stata “impestata” con aringhe puzzolenti rovesciate all’interno dell’abitacolo.

Ma il giovane giocatore non è nuovo a episodi “borderline”: tempo fa distrusse un’Audi R8 e fu poi oggetto di diverse contravvenzioni per divieto di sosta da parte della polizia municipale di Manchester.