Fiat annulla gli accordi sindacali in tutti gli stabilimenti

Con una lettera ai sindacati il Lingotto si dice pronto a realizzare accordi uguali e migliorativi, ma la Fiom dice no al sindacato aziendale.

Mirafiori: lo stabilimento Fiat

Altre foto »

La Fiat ha annunciato la disdetta, con decorrenza a partire dal 1° gennaio 2012, di tutti gli «accordi sindacali e delle prassi collettive in atto» negli impianti di tutta Italia. L'annullamento, che estende automaticamente il contratto aziendale previsto dal "modello Pomigliano" agli operai degli altri stabilimenti del Lingotto, è stato seguito da una lettera indirizzata ai sindacati.

L'azienda si dichiara in essa aperta a calcolare «le conseguenze del recesso» e a pensare «alla eventuale predisposizione di nuove intese collettive, nonché a «promuovere incontri finalizzati a realizzare accordi uguali e migliorativi» rispetto a quelli attuali.

Non tardano i primi commenti dei sindacati. Roberto Di Maulo, segretario generale dell'autonomo Fismic sottolinea che «entro il 31 dicembre bisogna realizzare il contratto auto. Era già un impegno», prosegue, «ora è urgente e pressante».

Per Maurizio Landini della Fiom, sigla già in disaccordo su questo tipo di contratto, «estendere l'accordo di Pomigliano a tutti i 72.000 lavoratori del gruppo Fiat non vuol dire solo estendere un brutto accordo, ma porta a modificare la natura stessa della organizzazione sindacale: si passa infatti a una fase di sindacato aziendale e corporativo».

Se vuoi aggiornamenti su FIAT ANNULLA GLI ACCORDI SINDACALI IN TUTTI GLI STABILIMENTI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Eleonora D'Uffizi | 21 novembre 2011

Vedi anche

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Toyota nuovo partner ufficiale del CONI

Una flotta di 20 Toyota Rav4 Hybrid e 5 Lexus (NX ed RX) consegnata a Roma alla presenza di Andrea Carlucci (Toyota Italia) e Giovanni Malagò.

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Trump contro Bmw: maxi tassa se non produrrà negli Usa

Il 45° presidente degli Stati Uniti "invita" Bmw a costruire vetture negli Usa anziché in Messico: pena un dazio di importazione pari al 35%.

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Fca nel mirino di Epa: un nuovo Dieselgate negli Usa?

Oltre 100.000 fra Jeep Grand Cherokee e Dodge Ram avrebbero emissioni superiori al consentito. Marchionne: "Non ci spaventiamo, pronti a collaborare".