Autovelox: nuove regole su distanza e privacy

Una nota del ministero dei Trasporti precisa che l’autovelox deve essere posizionato ad almeno 1 km dal cartello che segna il limite di velocità.

Autovelox: nuove regole su distanza e privacy

di Andrea Barbieri Carones

17 novembre 2011

Una nota del ministero dei Trasporti precisa che l’autovelox deve essere posizionato ad almeno 1 km dal cartello che segna il limite di velocità.

Il ministero dei Trasporti ha fornito alle forze dell’ordine, agli operatori del settore e agli automobilisti delle delucidazioni in merito alle nuove regole sugli Autovelox.

In particolare, sono stati chiariti i temi riguardo la distanza dai cartelli che indicano il limite sulle strade extraurbane e sulla privacy di chi viene fotografato da questi rilevatori della velocità.

La nota del dicastero indica che l’autovelox deve essere posizionato ad almeno 1 chilometro dal segnale stradale che indica la velocità massima consentita. Ma non è tutto: il rilevatore deve essere segnalato e ben visibile, come contenuto nell’articolo 142 del decreto legislativo n.285 del 1992.

Il chiarimento del ministero arriva in seguito a una richiesta del comune di Prato di tentare di semplificare l’apposizione della necessaria segnaletica stradale di limite di velocità anche su tutte le strade laterali di avvicinamento al controllo autovelox fisso, proponendo l’istituzione, fuori centro abitato, di un limite zonale senza cartelli ripetuti, cosa respinta dal dicastero dato che i segnali a validità zonale sono previsti dalla normativa solo in relazione al limite di velocità urbano e per le zone a traffico limitato.

L’amministrazione centrale ha, comunque, specificato che “se la richiesta si riferisce alla possibilità di utilizzo dei dispositivi finalizzati al rilevamento a distanza delle violazioni, si precisa che l’obbligo della distanza di almeno un chilometro dal segnale posto dopo l’intersezione non sussiste qualora la velocità massima consentita sia la stessa su tutti i rami dell’intersezione”.

Per quanto riguarda il garante della privacy, con il parere n. 24016 del 08.11.2011 ha fornito chiarimenti sui sistemi autovelox bidirezionali che fotografano i trasgressori su entrambe le corsi di marcia: saranno vietate le immagini troppo larghe, ossia che comprendano anche oggetti o soggetti presenti nei dintorni e non correlati con il veicolo sanzionato.

No votes yet.
Please wait...