Tar: niente auto blu per gli enti locali

Accogliendo un ricorso del Codacons, il Tar del Lazio ha deciso che il decreto del governo deve tagliare le auto blu anche a regioni ed enti locali.

Tar: niente auto blu per gli enti locali

di Andrea Barbieri Carones

11 novembre 2011

Accogliendo un ricorso del Codacons, il Tar del Lazio ha deciso che il decreto del governo deve tagliare le auto blu anche a regioni ed enti locali.

Il Tar del Lazio ha disposto lo stop alle auto blu in uso a personale appartenente a regioni e altri enti locali. La sentenza arriva dopo un ricorso del Codacons, che aveva impugnato un decreto legge del 3 agosto scorso che aveva allargato la disponibilità di questo “importante” benefit a diversi soggetti che, secondo l’associazione dei consumatori, erano numericamente troppi rispetto al buon senso.

Il decreto del governo, che pure puntava a diminuire i costi per le auto blu, è stato dunque bocciato con la motivazione che aver compreso gli enti locali fra i beneficiari delle auto blu “non solo non trova fondamento nella norma primaria in pretesa attuazione della quale il Decreto presidenziale è stato emanato, ma neppure rivela profili di ragionevolezza e logicità con immediatezza apprezzabili, atteso il considerevole onere riveniente per le finanze pubbliche dall’utilizzo di mezzi di servizio proprio con riferimento a tali soggetti”.

Il tribunale ha disposto anche che entro 60 giorni il presidente del Consiglio riformuli tale decreto, limitando maggiormente i beneficiari delle auto blu che, attualmente, sono 90.000, per un costo complessivo annuale di 4 miliardi di Euro che il Paese fa fatica a sopportare.

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...