Trovato morto il figlio di Max Mosley

Alexander Mosley, figlio del presidente della FIA Max Mosley, è stato trovato ieri privo di vita nel suo appartamento di Notting Hill

Trovato morto il figlio di Max Mosley

di Redazione

06 maggio 2009

Alexander Mosley, figlio del presidente della FIA Max Mosley, è stato trovato ieri privo di vita nel suo appartamento di Notting Hill

.

La stampa inglese riporta che ieri notte è stato trovato deceduto nel suo appartamento di Londra Alexander Mosley, figlio del presidente della FIA Max Mosley.

39 anni, professione economista, Alexander Mosley si trovava nel suo appartamento di Notting Hill al momento del decesso, che pare risalga alla notte fra lunedì e martedì. Il corpo è stato ritrovato nel pomeriggio di ieri da un parente, che intorno alle 16.20 ha allertato Scotland Yard.

Non si conoscono ancora le cause della morte di Alexander Mosley, ma pare che il figlio del presidente della FIA abbia avuto in passato esperienze di droga, anche se non ci sono conferme ufficiali da parte della polizia londinese. Verrà aperta un’inchiesta da parte del Kensington and Chelsea Coroner’s, i cui risultati verranno annunciati entro questa settimana.

Intervistato dal The London Paper, un vicino di casa, tale Steve Abrams, psicologo pensionato di 70 anni, ha riferito di aver visto il giovane Mosley entrare in casa accompagnato da un uomo: “Ho visto due uomini entrare nell’appartamento e circa un’ora dopo c’erano alcune macchine della polizia e l’ambulanza  fuori. I due uomini sono rimasti all’interno per un paio d’ore, ma non so cosa stessero facendo“.

La FIA ha subito espresso le condoglianze al proprio presidente: “La FIA porge le proprie sentite condoglianze alla famiglia Mosley per la triste notizia della morte di Alexander Mosley. Il nostro pensiero va alla famiglia e agli amici di Alexander e chiediamo ai media di rispettare la privacy della famiglia Mosley in questo momento cos’ difficile“.

E’ la seconda morte sospetta che accade a Notting Hill. Una macabra coincidenza vuole che nella stessa via, All Saints Road, un’altra persona celebre fu trovata morta per overdose di eroina. Si trattava della presentatrice della BBC Paula Yates, all’epoca ex moglie di Bob Geldof, deceduta nel 2000 a 41 anni.