Milano: al posto dell’Ecopass arriva la Congestion charge

La nuova giunta comunale di Milano ha istituto la “Congestion charge”, al posto dell’Ecopass. Per entrare in centro si pagherà 5 Euro.

Milano: al posto dell'Ecopass arriva la Congestion charge

di Andrea Barbieri Carones

07 novembre 2011

La nuova giunta comunale di Milano ha istituto la “Congestion charge”, al posto dell’Ecopass. Per entrare in centro si pagherà 5 Euro.

Cambiano le regole relative all’accesso con mezzi a motore all’interno del centro di Milano, amministrativamente compreso all’interno della cosiddetta cerchia dei bastioni spagnoli.

Novità anche nella denominazione del biglietto che ne permette l’ingresso: non più “Ecopass” né “pollution charge” (come a Londra) ma di “congestion charge” parola anglofona che indica un supplemento antitraffico per entrare in quella che dal 16 gennaio in poi, data in cui entreranno in vigore i cambiamenti, si chiamerà Area C.

La giunta comunale prevede di incassare 35 milioni di Euro. A parte i termini verbali, le modifiche riguardano chi dovrà pagare la tariffa fissa di 5 Euro per entrare in centro in auto tra le 7.30 e le 19.30 dei giorni feriali: non più i veicoli inquinanti, ma tutti quelli a motore con più di 2 ruote.

Eccezioni

 – Traffico di servizio

I van o i furgoni adibiti al trasporto merci avranno 3 agevolazioni: la prima prevede che per 5 Euro si possa parcheggiare anche per 2 ore negli spazi apposta. La seconda, di 3 Euro, consente l’ingresso ma non la sosta. La terza prevede deroghe per 12 mesi al divieto di circolazione per quei mezzi adibiti a trasporto merci, alimentati a gasolio Euro 3 e che espletano servizi di pubblica utilità oppure che effettuano servizi a favore delle residenze. Agevolazioni anche per i bus turistici alimentati a gasolio Euro 3.

 – Residenti

Chi risiede nell’Area C avranno 40 ingressi gratuiti. Dal 41° in avanti si pagherà una tariffa speciale di 2 Euro. Il criterio è quello di favorire gli spostamenti in auto saltuari.

Esenzioni

Non pagheranno la Congestion charge i veicoli a metano, quelli a gpl, elettrici, ibridi o bifuel. Esenzione anche per le auto con targa consolare, quelli delle forze dell’ordine e dei servizi di emergenza.

Divieti

Non potranno entrare in centro neppure pagando i veicoli a benzina immatricolati prima della legge europea cosiddetta “pre Euro” (che classificava le auto in base al grado di inquinamento) e quelli a gasolio fino a Euro 3 (compreso).

No votes yet.
Please wait...