Chrysler: i dipendenti ratificano il nuovo contratto

I dipendenti Chrysler hanno votato sì all’accordo di lavoro stipulato tra i vertici aziendali e il sindacato Uaw. Pronti bonus e nuove assunzioni.

Chrysler: i dipendenti ratificano il nuovo contratto

Tutto su: Chrysler

di Andrea Barbieri Carones

27 ottobre 2011

I dipendenti Chrysler hanno votato sì all’accordo di lavoro stipulato tra i vertici aziendali e il sindacato Uaw. Pronti bonus e nuove assunzioni.

I dipendenti della Chrysler hanno detto sì al rinnovato contratto di lavoro quadriennale stipulato il 12 ottobre tra i vertici aziendali e il sindacato Uaw.

Soddisfazione sia da parte dei rappresentanti dei lavoratori sia da parte dell’amministratore delegato Sergio Marchionne, che ha sottolineato che “l’accordo mira a premiare le maestranze per aver contribuito al successo dell’azienda e, allo stesso tempo, punta a mantenere la competitività di Chrysler nel mercato automobilistico mondiale a soli 2 anni dalla bancarotta che ci aveva colpito mettendoci sull’orlo del baratro”.

Il manager ha voluto anche sottolineare che l’accordo con la Uaw è stato condotto in maniera molto leale e diretta, con l’idea di base che non potevano essere ripetuti gli errori del passato.

Il contratto ha avuto anche una grande eco tra gli abitanti della zona di Detroit, visto che un investimento di 4,5 miliardi di dollari creerà 2.100 nuovi posti di lavoro in uno Stato che negli ultimi anni ha sofferto alte percentuali di disoccupazione.

Oltre allo stipendio base, ai dipendenti verrà corrisposto un bonus da 3.500 dollari per la ratifica (che percepiranno in parte entro fine anno e in parte nel 2012) cui se ne aggiungeranno altri legati a vari parametri legati agli obiettivi sulle vendite e sul fatturato. Aumentato anche il salario d’ingresso dei nuovi assunti, che salirà a 19,28 dollari l’ora.