Termini Imerese: dal Cipe arrivano 200 milioni

L’intesa viene incontro alle aspettative dei lavoratori che possono guardare al futuro con fiducia, dice La Loggia.

Termini Imerese: dal Cipe arrivano 200 milioni

di Eleonora D'Uffizi

30 settembre 2011

L’intesa viene incontro alle aspettative dei lavoratori che possono guardare al futuro con fiducia, dice La Loggia.

Dopo l’esito positivo dell’incontro tra i sindacati e il ministro per lo Sviluppo economico Paolo Romani, per Termini Imerese arriva anche lo sblocco dei fondi predisposti dal ministero insieme alla regione Sicilia per la riqualificazione dell’area industriale.

Lo ha annunciato durante la conferenza stampa, che si è tenuta dopo la riunione del Comitato interministeriale per la programmazione economica, Raffaele Fitto, il ministro per i Rapporti con le regioni. La delibera del Cipe rende disponibili 200 milioni di euro dai Fas (Fondi per le aree sottoutilizzate) per la Sicilia e «recepisce l’intesa tra regione e ministero per lo Sviluppo economico su Termini Imerese», ha sottolineato il ministro Fitto.

«Lo sblocco di 200 milioni per il recupero dell’area industriale è di particolare importanza», ha commentato Enrico La Loggia, il presidente della Commissione parlamentare per l’Attuazione del federalismo fiscale, «e viene infatti incontro alle giuste aspettative di tanti lavoratori che ora possono guardare con maggiore fiducia al loro futuro».

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...