Parigi: sequestrate 11 supercar al dittatore della Guinea

Aston Martin, Bentley, Bugatti, Maserati, Porsche, Rolls Royce: il presidente della Guinea non si è fatto mancare davvero nulla.

Parigi: sequestrate 11 supercar al dittatore della Guinea

di Francesco Giorgi

30 settembre 2011

Aston Martin, Bentley, Bugatti, Maserati, Porsche, Rolls Royce: il presidente della Guinea non si è fatto mancare davvero nulla.

Undici supercar, fra i modelli più prestigiosi della produzione mondiale.

Un parco auto del valore di diversi milioni di euro, formato, fra le altre, da Aston Martin One-77, Aston Martin V600 Le Mans, Bentley Azure, Bugatti Veyron, Ferrari Enzo e Ferrari 599 GTO, Maserati MC-12, Porsche Carrera GT, Rolls Royce Phantom Drophead Coupé.

Fino a ieri, questo tesoro da garage apparteneva a Teodoro Obiang Nguema Mbasogo, presidente della Guinea Equatoriale e dell’Unione africana.

Da oggi, le undici Gt giacciono presso uno degli autoparchi giudiziari di Parigi. La polizia della capitale francese, infatti, ieri ha sequestrato le vetture di Nguema Mbasogo a seguito dell’incriminazione, a carico del dittatore africano, dell’acquisto di beni mobili e immobili con i fondi statali della Guinea Equatoriale.

La Guinea, nazione fra le più povere del continente africano, vive da diversi anni uno stridente contrasto fra il misero reddito medio pro capite e l’abbondante presenza di petrolio.

L’ordine di sequestro delle Gt è stato deciso dai giudici parigini a seguito della chiusura delle indagini a carico di Nguema Mbasogo, che la Corte Suprema francese aveva disposto a novembre 2010. 

Facile ipotizzare quale sarà il destino delle undici Gt: con ogni probabilità saranno vendute a un’asta pubblica. Sarà interessante seguire gli sviluppi della vicenda.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

No votes yet.
Please wait...