Fiat: la produzione dei Suv va in America?

Marchionne convoca i manager da tutto il mondo e pensa alla produzione di Mirafiori, dove è in forse la produzione dei Suv Alfa e Jeep.

Fiat: la produzione dei Suv va in America?

Tutto su: FIAT

di Eleonora D'Uffizi

01 settembre 2011

Marchionne convoca i manager da tutto il mondo e pensa alla produzione di Mirafiori, dove è in forse la produzione dei Suv Alfa e Jeep.

Arriva dall’agenzia di stampa americana Bloomberg l’ipotesi di uno spostamento in Nord America della produzione dei Suv Alfa Romeo e Jeep. Sulla scelta potrebbero pesare i costi della produzione, visto che in meno di un anno l’euro ha guadagnato quasi il 10% in più sul dollaro, e la considerazione che i Suv siano destinati per la maggior parte al mercato statunitense e canadese.

Indiscrezioni a parte, l’ad Sergio Marchionne ha riconfermato in questi giorni l’investimento del Lingotto nell’impianto di Grugliasco per avviare la produzione della nuova Maserati, e ha parlato di una verifica di fattibilità per la realizzazione a regime di 280mila veicoli Alfa e Jeep a Mirafiori. 

Per ora non c’è niente di deciso, e parte la gara di ipotesi sul prossimo modello in progetto, che si tratti di una citycar come la tanto attesa Topolino, della nuova Bravo o di uno dei modelli pianificati che non hanno trovato collocazione come l’Alfa Romeo dei segmenti D o E.

Nel frattempo, proprio tra oggi e sabato, il Gec (il Groupe executive council, nuovo massimo organo decisionale in casa Fiat e Chrysler) delinea insieme a Marchionne i team manageriali regionali che si occuperanno nelle quattro aree (Nord America, Europa con Africa e Medio Oriente, America Latina, Asia) della produzione, della vendita, dei ricambi e dell’assistenza dei veicoli.