Bmw pensa a una nuova nomenclatura dei modelli

Bmw potrebbe cambiare la denominazione dei modelli futuri, con la possibilità che a cambiare siano anche Mini e Rolls-Royce.

Bmw pensa a una nuova nomenclatura dei modelli

di Giuseppe Cutrone

01 agosto 2011

Bmw potrebbe cambiare la denominazione dei modelli futuri, con la possibilità che a cambiare siano anche Mini e Rolls-Royce.

La diversificazione dell’offerta suddivisa tra i brand che fanno parte del gruppo sta portando i vertici di Bmw a ripensare la nomenclatura dei vari modelli. Ad aprire a questa possibilità è stata una dichiarazione di Ian Robertson, membro del consiglio direttivo, nonché direttore vendite e marketing della casa tedesca.

Robertson ha spiegato che per quanto riguarda il futuro potrebbe non esserci un’evoluzione dell’attuale sistema, aprendo così le porte ad un possibile cambio. Il manager ha inoltre spiegato che “ci sono diversi numeri che possono essere sfruttati”, facendo capire che prossimamente i nuovi modelli potrebbero anche non seguire la logica attuale per quanto riguarda la scelta del nome.

Rimane altrettanto vivo il problema del copyright dei nomi, dato che accade fin troppo spesso come un nome apparentemente “libero” su un mercato sia in realtà usato da un gruppo concorrente su un altro mercato, portando le case a scontrarsi a colpi di battaglie legali per far valere le proprie ragioni, o in alternativa ad usare una nomenclatura diversa su mercati diversi per lo stesso modello, a tutto svantaggio della semplificazione e della forza del brand.

Ad essere interessati dalla novità potrebbero essere anche due i marchi in quota a Bmw, cioè Mini e Rolls-Royce, ma le notizie a tal proposito sono ancora molto incerte. Si ipotizza la possibilità che vengano impiegati nomi alfanumerici per i modelli futuri, un aspetto che però, specie per un marchio come Rolls-Royce, la cui clientela è sempre attenta anche ai minimi dettagli, va valutato con estrema attenzione.