Istat: auto e traffico in aumento nelle città italiane

Secondo i dati diffusi dall'Istat aumeenta la diffusione dell'auto nelle principali città italiane, con relativa crescita del traffico.

Il tasso di motorizzazione dei capoluoghi di provincia italiani continua a mantenersi molto elevato, confermando addirittura il trend al rialzo visibile anche nel lungo periodo. A dare letteralmente i numeri sulla diffusione dell'auto in Italia è l'Istat, che ha diffuso i dati relativi agli Indicatori ambientali urbani per il 2010, dai quali si nota come ben 10 capoluoghi di provincia hanno visto registrare nel 2010 una media di oltre 700 vetture ogni 1.000 abitanti.

A superare tale dato sono stati Viterbo, prima con 755 veicoli per mille abitanti, seguita da Latina, con 731,1, e Frosinone, con 728,8. Appena sotto il podio virtuale si piazzano L'Aquila (727,2), Catania (718,4), Potenza (714,1), Vibo Valentia (707), Olbia (702,9) e Nuoro (700,9), anche se il record spetta ad Aosta, dove si registrano ben 2.010 vetture ogni 1.000 abitanti, dato che, secondo l'Istat, è un po' falsato da una tassazione più bassa che vige in Valle d'Aosta.

La media dei vari capoluoghi è comunque di 614,8 auto per mille abitanti, con una crescita dello 0,6% rispetto all'anno precedente che conferma la tendenza al rialzo costante rilevata da una decina d'anni. Il risultato è anche un aumento del traffico con relativa congestione che, soprattutto in alcune città come Roma, Torino, Palermo, Napoli e Milano, causa notevoli disagi alla circolazione e ai cittadini. La situazione, continua l'Istat, è comunque mitigata dall'utilizzo delle due ruote, che sembrano l'alternativa preferita dagli italiani all'automobile. Moto e scooter sono infatti aumentati dell'80,6% rispetto al 2000, mentre solo nell'ultimo anno sono cresciuti del 6,1%.

Dalla situazione appena descritta emerge inoltre qualche difficoltà del trasporto pubblico nel sostituirsi all'auto privata nonostante esso sia, almeno in teoria, la soluzione alternativa migliore dal punto di vista ambientale e della praticità. Per questo motivo stupisce leggermente come il trasporto pubblico sia l'unico comparto in leggero decremento Roma, mentre in altre città come Palermo e Bari le performance sono state migliori, con aumenti di viaggiatori per mille abitanti rispettivamente del 18,9% e del 4,1%.

Se vuoi aggiornamenti su ISTAT: AUTO E TRAFFICO IN AUMENTO NELLE CITTÀ ITALIANE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Giuseppe Cutrone | 27 luglio 2011

Vedi anche

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

Bollo auto: sconto per chi sceglie la domiciliazione bancaria

In Lombardia è previsto uno sconto del 10% sul bollo auto per chi sceglie la domiciliazione bancaria.

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Bollo auto: chi non paga, non potrà circolare

Emendamento PD alla Legge di Stabilità: dal 2018 i centri revisione controlleranno anche la situazione bollo. Niente collaudo per chi non pagherà.

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell

Trump presidente USA: gli effetti sul mondo dell'auto

L'elezione di Donald Trump alla Casa Bianca avrà conseguenze anche sul mondo dell'auto, con particolare attenzione ad emissioni e delocalizzazione.