Volkswagen e Gett: partnership per la mobilità on demand

Wolfsburg annuncia una collaborazione con Gett, big player della mobilità a chiamata; nelle stesse ore, Toyota svela una partnership con Uber.

Volkswagen si apre alla nuova mobilità on demand: in queste ore, i vertici di Wolfsburg comunicano l'avvio di una partnership strategica con Gett, provider globale di ride-hailing (trasporto a chiamata) già presente in molti Paesi del mondo. L'obiettivo dichiarato da entrambe le parti è rivolto a un ulteriore sviluppo dei nuovi servizi di mobilità a chiamata.

L'investimento effettuato dal Gruppo Volkswagen in Gett ammonta a 300 milioni di dollari: una cifra che indica chiaramente la volontà, da parte di Volkswagen, di ritagliarsi un nuovo ruolo di big player nella nuova mobilità, che vede alcune delle principali Case auto coinvolte in prima persona negli innovativi sistemi di trasporto.

Proprio in queste ore, per citare l'ultimo esempio in ordine di tempo, Toyota ha annunciato - attraverso le proprie Divisioni finanziarie Toyota Financial Services e Mirai Creation Investment Limited Partnership - una collaborazione con Uber per offrire sul mercato nuove opportunità di ride-sharing attraverso la creazione di specifici leasing con le quali gli acquirenti potranno prendere in locazione gli autoveicoli da Toyota e rientrare del canone dai guadagni generati come autisti Uber. General Motors, dal canto suo, da alcuni mesi ha intrapreso una collaborzione (concretizzatasi attraverso un investimento per 500 milioni di dollari) in Lyft, principale competitor oltreoceano per Uber, rivolta allo sviluppo di un network di autoveicoli a guida autonoma.

Per Volkswagen, l'intento di operare su un piano parallelo rispetto alla produzione e vendita di autoveicoli era stato anticipato soltanto qualche settimana fa. Adesso, il futuro della mobilità secondo Wolfsburg inizia a concretizzarsi grazie alla partnership con Gett: il trasporto a chiamata (ride - hailing) è una delle nuove frontiere per la mobilità on - demand, e può contribuire a gettare le basi tecnologiche per nuove filosofie di trasporto privato.

Già definito l'obiettivo dichiarato da parte dei "piani alti" di Wolfsburg: una quota rilevante del fatturato del Gruppo dovrà essere generata da questi nuovi modelli di business già entro il 2025: un periodo a lungo termine all'interno del quale Volkswagen annuncia di voler aprirsi a nuove partnership e a investimenti strategici.

Gett, individuato dai vertici di Wolfsburg quale partner del primo "deal" VW verso la nuova mobilità privata, è una società specializzata nel settore del trasporto a chiamata in Europa. I suoi centri di sviluppo hanno sede in Israele. Gett è disponibile in più di 60 città nel mondo, tra cui Londra, Mosca e New York. Solo a Londra, metà dei taxi utilizza Gett. Il modello di business è basato esclusivamente su autisti autorizzati, tramite apposita licenza, al trasporto di passeggeri che si impegnano a fornire una mobilità sicura e affidabile. Mediante la App di Gett, i clienti possono prenotare in tempo reale le corse on - demand con un semplice tocco sul proprio smartphone, o fissare un passaggio per un momento successivo. Oltre al trasporto di persone, Gett offre innovativi servizi di consegna e di supporto logistico.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 25 maggio 2016

Altro su Volkswagen

Volkswagen Tiguan 2016 1.6 TDI: primo contatto
Ultimi arrivi

Volkswagen Tiguan 2016 1.6 TDI: primo contatto

La Volkswagen Tiguan 2016 equipaggiata con la motorizzazione diesel 1.6 TDI debutta sul mercato italiano con prezzi a partire da 28.750 euro.

Volkswagen Arteon: il primo bozzetto ufficiale
Anteprime

Volkswagen Arteon: il primo bozzetto ufficiale

Sarà una vettura premium che si posizionerà in listino sopra la Passat.

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia
Motorsport

Volkswagen: Mikkelsen ed Ogier trionfano nel rally d’Australia

Doppietta della Casa tedesca, l'ultima prima del ritiro dalle competizioni, nel rally australiano.