ATS 2500 GT: fascino retrò e potenza da supercar

La rinata azienda emiliana punta al rilancio presentando una coupè dal sapore retrò, abbinata ad un peso piuma e a tanti cavalli.

ATS 2500 GT: le immagini ufficiali

Altre foto »

La ATS è una piccola Casa automobilistica bolognese specializzata in automobili sportive,  nata  negli anni '60 dalla creatività e l'intraprendenza di Carlo Chiti e Romolo Tavoni, ex dipendenti della Ferrari. L'azienda emiliana realizzò un'incredibile supercar  battezzata ATS 2500 GT,  svelata in occasione del Salone di Ginevra del 1963 e prodotta in appena 15 esemplari. A causa di vicissitudine interne, la giovane, ma promettente Casa automobilistica chiuse i battenti poco dopo, fino all'agognata rinascita avvenuta cinquant'anni più tardi, grazie all'impegno di Daniele Maritan e della società DM9.

L'attuale piano di rilancio della ATS è a dir poco ambizioso e partirà da una nuova ATS GT, una coupè sportiva e senza compromessi, caratterizzata da un forte sapore retrò. La "GT" misura 4,25 metri  di lunghezza, 1,98 m. di larghezza e solo 1,15 m. di altezza, mentre il passo è di 2,44 m.  Lo stile della vettura mescola con sapienza dettagli classici e moderni, mentre gli interni hanno uno spiccato carattere "racing", ma nello stesso tempo sfoggiano materiali e pellami di ricercati e di prima qualità.

Il vero asso della manica della ATS 2005 GT si nasconde però sotto il cofano  e nello schema tecnico della vettura, capace di offrire prestazioni da vettura da competizione, esaltate dall'elevata potenza combinata con un peso estremamente leggero e coadiuvato dalla mancanza di dispositivi elettronici, per un piacere di guida "duro e puro".  La vettura vanta l'utilizzo di un telaio tubolare monoscocca realizzato in fibra di carbonio, mentre la carrozzeria risulta costruita con pannelli in fibra Carbonio e materiali compositi. Il peso contenuto entro i 950 kg gioca un ruolo fondamentale con il potente V8 aspirato, in grado do scaricare una potenza di ben 640 CV.  Sarà possibile optare tra un cambio manuale a sei marce, o un automatico sequenziale, sempre a sei rapporti. Per quanto riguarda le prestazioni, il Costruttore dichiara per l'ATS GT un'accelerazione da 0 a 100 km/h effettuata in meno di 3 secondi ( 2,9 secondi), mentre la velocità di punta può raggiungere il muro dei 340 km/h.

Le performance velocistiche dell'auto possono contare sulla massima aderenza offerta da un sistema di sospensioni indipendenti, coadiuvate da ruote in lega da 18 e 19 pollici, rispettivamente dedicate all'asse anteriore e a quello posteriore, mentre l'impianto frenante, privo di ABS, può contare su dischi da 360 mm davanti e da  355 mm dietro. La nuova ATS 2500 GT verrà svelata in forma ufficiale il 16 aprile al Top Marques di Monaco, importante evento dedicato alle supercar più belle ed esotiche del momento.

Se vuoi aggiornamenti su ATS 2500 GT: FASCINO RETRÒ E POTENZA DA SUPERCAR inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 16 aprile 2015

Vedi anche

Opel Insignia Grand Sports: prodotto il primo esemplare

Opel Insignia Grand Sports: prodotto il primo esemplare

È partita la produzione della rinnovata ammiraglia Opel: la fiducia del CEO Neumann sul ruolo di Insignia nella lineup di Russelsheim.

Seat conferma: nel 2018 arriverà il maxi Suv

Seat conferma: nel 2018 arriverà il maxi Suv

Sarà progettato a Martorell e costruito a Wolfsburg sulla piattaforma MQB A2; e Seat festeggia il migliore risultato operativo della propria storia.

Skoda: una low cost per l’India nel 2019

Skoda: una low cost per l’India nel 2019

La vettura farebbe parte di un accordo tra il Gruppo Volkswagen e Tata