Mercedes SLS AMG Roadster: la Gullwing in topless

La Mercedes SLS AMG Roadster si prepara per il debutto a Francoforte. Rimane affascinante pur priva del tetto e delle "ali di gabbiano".

Mercedes SLS AMG e Mario Biondi

Altre foto »

Dopo averla spiata durante i test effettuati in Europa ed America, finalmente possiamo ammirare in un ampia galleria fotografica, tutta la bellezza della nuova Mercedes SLS AMG Roadster, ultimo capolavoro  della divisione sportiva  Mercedes-AMG, affascinante evoluzione convertibile della SLS AMG "ali di gabbiano" ed erede spirituale della mitica Mercedes 300SL Roadster del 1957.  

Perde la "ali" ma guadagna la capote

Rispetto alla versione coupé da cui deriva, l'ultima creazione dell'atelier di Affalterbach perde le portiere ad "ali di gabbiano", ma guadagna una classica, ma tecnologica capote in tela a tre strati, dotata di un sistema di apertura elettroidraulico realizzato usando componenti in acciaio, alluminio e magnesio. La capote può essere azionata tramite un apposito comando posizionato nella consolle centrale che permette di "scoprire" la SLS Roadster in soli 11 secondi, fino ad una velocità massima di 50 km/h. Inoltre è equipaggiata con un moderno lunotto in vetro in grado di minimizzare i rumori esterni e dotato di un dispositivo che elimina il ristagnamento dell'acqua piovana. Sia in configurazione aperta che chiusa, il bagagliaio posteriore di questa Roadster non subisce variazioni di capacità di carico: questa è di 173 litri in entrambe le configurazioni.

Erede della 300 SL Roadster

Esteticamente la nuova SLS Roadster eredita le proporzioni perfette della declinazione coupé da cui deriva: il lungo cofano anteriore che si contrappone alla coda corta e muscolosa caratterizzata dall'alettone retrattile che fuoriesce a 120 km/h e dal doppio scarico dalla forma quadrangolare. Le fiancate regalano alla vista un senso di potenza grazie ai passaruota di generose dimensioni che ospitano gli enormi pneumatici da 265/35 ZR 19 per l'anteriore e 295/30 ZR 20 per il posteriore. Inoltre il design pulito e moderno si sposa con i numerosi richiami retrò come la grande griglia anteriore che incorpora la stella a tre punte, oppure le due nervature sul cofano, o ancora le generose prese d'aria sulle fiancate. Al contrario, gli interni  ricalcano in modo fedele il moderno cockpit di ispirazione aeronautica che avevamo potuto ammirare sulla versione chiusa della SLS, caratterizzata dall'eleganza e dalla sportività delle linee e dei nobili materiali usati come i rivestimenti in pelle e l'uso massiccio di fibra di carbonio su consolle centrale e rivestimenti delle portiere.

Migliora l'handling e lo scatto

Di solito quando si realizza una versione scoperta realizzata sulla base di una coupé, le doti velocistiche e dinamiche vengono penalizzate dall'aggravio di peso dovuto alle modifiche strutturali per l'ottenimento di una maggiore rigidità torsionale. La SLS Roadster, invece, dichiara un aumento di peso rispetto alla versione coupé di soli 40 chili, per un totale di 1.661, ottenuti utilizzando materiali ad alta resistenza e ad un uso massiccio di alluminio per il telaio che ha visto aumentare il proprio peso di soli 2 chili, passando da 241 a 243 chili, senza perdere la minima rigidità torsionale, anzi aumentandola sensibilmente.

Sotto il cofano trova posto il potente V8 aspirato da quasi 6.3 litri preparato dalla AMG in grado di sprigionare 571 CV a 6800 giri e una coppia massima di 650 Nm a 4750 giri. Secondo i dati dichiarati dal costruttore tedesco, rispetto alla versione coupé, la SLS Roasdster migliora lo scatto da 0 a 100 km/h di un decimo, passando da 3,8 a 3,7 secondi, mentre la velocità massima rimane limitata elettronicamente a 317 km/h. Anche i consumi nel ciclo combinato rimangono invariati rispetto al valore di 13,2 litri ogni 100 km percorsi, mentre le emissioni di CO2 scendono da 314 g/km a 308 g/km di CO2 emessi nell'aria.  

La guida sportiva viebne esaltata anche dal cambio doppia frizione  dotato di 7 rapporti DCT che denuncia tempi di cambiata velocissimi nell'ordine di 100 millisecondi, oltre a disporre di 4 diversi settaggi: "C", "S", "S+" ed "M", a cui si aggiunge la funzione RACE START , dedicato alle partenza fulminee.

Lusso ed esclusività Mercedes

L'esclusività della vettura è ovviamente sottolineata da una generosa dotazione di serie che comprende tra le altre cose i sedili sportivi rivestiti in pelle realizzati dall'AMG che incorporano nei poggiatesta fissi il dispositivo Airscarf che consente tramite l'emissione di flussi di aria calda all'altezza del collo una guida a cielo aperto anche durante i mesi più rigidi. In opzione si può anche richiedere il sofisticato impianto ad alta fedeltà della Bang & Olufsen  e l'AMG Performance Media system.

La Mercedes SLS AMG Roadster debutterà ufficialmente in occasione del prossimo Salone di Francoforte 2011, mentre la commercializzazione è stata fissata in autunno ad un prezzo relativo al mercato tedesco di 195.160 euro.

Se vuoi aggiornamenti su MERCEDES-BENZ SLS AMG inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 30 maggio 2011

Altro su Mercedes-Benz SLS AMG

Mercedes SLS AMG by DD Customs
Tuning

Mercedes SLS AMG by DD Customs

DD Customs propone un esclusivo bodykit per SLS AMG. Niente elaborazione al motore, solo un nuovo scarico per un sound ancora più coinvolgente.

Mercedes SLS AMG Black Series by McChip: tuning da 654 CV
Tuning

Mercedes SLS AMG Black Series by McChip: tuning da 654 CV

Se 631 Cv non bastano, ecco dalla Germania la Mercedes Sls Amg "Black Series" riveduta e corretta da McChip - Dkr che di CV ne sprigiona 654.

Mercedes SLS AMG GT Final Edition al Salone di Los Angeles
Anteprime

Mercedes SLS AMG GT Final Edition al Salone di Los Angeles

Prima di essere ritirata dal mercato, la splendida "Ali di Gabbiano" verrà declinata in un’ultima edizione speciale a tiratura limitata.