Dacia Duster versione Renault: anticipa il restyling?

In Russia la Dacia Duster sarà marchiata Renault, guadagnando finiture più curate ed un propulsore 2 litri. Sarà così il futuro restyling?

Dacia Duster Pikes Peak

Altre foto »

Il marchio low-cost Dacia - di proprietà del Gruppo Renault - distribuirà il SUV Dacia Duster su alcuni mercati dell'est Europa utilizzando il brand della Casa della Losanga. A causa di numerosi motivi che vanno dalle diversità culturali, alle rivalità storiche o semplicemente allo scarso appeal di alcuni Costruttori, molte case automobilistiche sono costrette a vendere i propri prodotti in alcuni mercati utilizzando brand diversi da quelli di origine, utilizzando marchi già esistenti oppure creandone dei nuovi.

L'esempio lampante arriva proprio dalla citata Dacia Duster - uno dei modelli di maggiore successo del Gruppo Dacia -  che verrà proposta  su altri mercati con il marchio della Casa madre, perché secondo i vertici della Casa, il marchio romeno non avrebbe la capacità di suscitare il giusto interesse in alcuni paesi, a causa dell'origine della propria nazionalità

Le prime immagini della Renault Duster che sono state pubblicate in rete, mostrano alcune lievi modifiche volte a migliorare l'immagine del compatto crossover. Nella parte anteriore il muso della vettura è stato impreziosito con una nuova calandra dotata di tre listelli cromati, che ospita al centro il marchio del rombo. Anche nella parte posteriore vengono aggiunti alcuni dettagli cromati come il maniglione con la scritta Duster, posizionato sopra il porta targa e sovrastato  dall'immancabile simbolo Renault. Le migliorie coinvolgono anche gli interni che giovano di nuovi accessori e di un'inedita disposizione dei comandi.  Ad esempio nella console centrale sarà installato di serie un nuovo impianto audio dotato di lettore CD-Mp3, mentre i pulsanti degli alzacristalli elettrici saranno spostati dal tunnel centrale ai lati delle portiere.

Meccanicamente la Dacia Duster verrà offerta con la sola trazione integrale, indispensabile su alcune strada dell'ex Unione Sovietica, mentre la gamma propulsori composta dalle unità a benzina 1.6 litri da 110 CV e dai diesel 1.5 litri dci da 90 e 110 CV, verrà sostituita da un moderno motore 2.0 litri di origine Renault  capace di erogare 140 CV e 195 Nm di coppia massima, mentre la trasmissione manuale dovrebbe invece far posto ad un classico cambio automatico dotato di convertitore di coppia.

Arrivati a questo punto bisognerà capire se la politica commerciale scelta dalla Casa d'oltre alpe  sarà premiata da vendite incoraggianti oppure no, visto che  la ricca dotazione di serie e l'utilizzo di un  propulsore più complesso e potente faranno lievitare notevolmente il prezzo della Duster, che sul nostro mercato parte da soli 11.900 euro.

Se vuoi aggiornamenti su DACIA DUSTER inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Donnici | 24 maggio 2011

Altro su Dacia Duster

Dacia Duster Brave e Freeway Limited Edition
Ultimi arrivi

Dacia Duster Brave e Freeway Limited Edition

Le prime due Dacia Extra Limited Edition colpiscono per il look originale e la ricca dotazione, mentre la terza arriverà entro la fine dell’anno.

Dacia Duster 1.5 dCi 4x2: la prova su strada
Prove su strada

Dacia Duster 1.5 dCi 4x2: la prova su strada

La seconda generazione del fortunato Suv franco-rumeno con il recente restyling conferma tutte le sue doti.

Dacia Duster: un milione di unità vendute
Mercato

Dacia Duster: un milione di unità vendute

Il milionesimo esemplare è stato prodotto in Brasile, ma sono 5 gli stabilimenti che fabbricano da 4 anni il modello a marchio Renault e Dacia.