Ford Territory: il futuro parte dall’Australia

Debutta sul mercato australiano la nuova generazione della Territory, moderno e tecnologico SUV che anticipa il design dei prossimi modelli Ford.

Ford Territory: il futuro parte dall’Australia

Tutto su: Ford

di Francesco Donnici

12 aprile 2011

Debutta sul mercato australiano la nuova generazione della Territory, moderno e tecnologico SUV che anticipa il design dei prossimi modelli Ford.

Ford ha rilasciato le informazioni ufficiali del nuovo Territory, un moderno e tecnologico SUV destinato esclusivamente al mercato australiano che avrà il compito di sostituire, dopo 7 anni di onorata carriera, la precedente versione venduta in oltre 100.000 unità. Anche se questo modello non arriverà mai da noi, secondo indiscrezioni il Territory anticiperà il design della futura famiglia di SUV del costruttore americano destinati ai mercati del Vecchio Continente e degli Stati Uniti.

Le forme lineari e squadrate della precedente generazione sono state abbandonate per abbracciare lo stile definito Kinetic Design che caratterizza tutte le recenti vetture del Gruppo. L’imponente frontale è caratterizzato dalla nuova presa d’aria esagonale impreziosita da listelli cromati, mentre la sottile mascherina che ingloba l’ovale Ford, divide i fari trapezoidali con tecnologia LED. La vista laterale particolarmente scolpita diventa più massiccia man mano che ci si avvicina all’imponente coda la quale risulta probabilmente meno originale del muso della vettura, pur essendo armoniosa e moderna.

Al suo interno il Territory svela un abitacolo d’impostazione automobilistica. La consolle centrale è sormontata dall’impianto multimediale dotato di memoria hard-disk interna e di un grande schermo tousch screen da 8 pollici, con cui è possibile visualizzare tutti i principali dispositivi studiati per il comfort e l’intrattenimento degli occupanti come il climatizzatore a controllo elettronico, l’impianto audio con lettore CD-Mp3, connessione USB, iPod e Bluetooth e il navigatore satellitare. Oltre all’accresciuta dotazione tecnologica, la seconda generazione della Territory vanta anche l’utilizzo di materiali più ricercati come le nuove plastiche morbide al tatto che rivestono plancia e pannelli porta, mentre i sedili possono essere rivestiti da un vasto assortimento di pelle pregiata.

Il SUV Ford può essere equipaggiato con un V6 4.0 litri a benzina da 260 CV e 390 Nm di coppia massima, o in alternativa con un più consono diesel TDCi V6 2.7 litri da 190 CV e 440 Nm, più adatto agli usi gravosi grazie alla maggiore coppia disponibile rispetto al propulsore a benzina e decisamente più parsimonioso visto che la Casa dichiara un consumo medio di 8.2 l/100 km, rispetto ai  10,6 l/100 km del 4.0 litri. Entrambi i motori usufruiscono di un cambio automatico a sei rapporti, mentre le trazioni disponibili sono posteriore (RWD) e integrale inseribile (AWD).

La Ford Territory sarà proposta negli allestimenti TX, TS e Titanium ad un prezzo di partenza di 39.990 dollari australiani (circa 28.000 euro al cambio attuale) riferito alla versione 4.0 litri TX RWD, fino ad arrivare al top di gamma rappresentato dalla versione 2.7 litri TDCI Tinanium AWD disponibile ad un prezzo di 63.240 dollari australiani (circa 45.850 euro al cambio attuale).