Shelby GT500 Super Snake 2012: un cobra da 800 CV

Il cobra di Caroll Shelby tornerà a mordere al Salone di New York con la GT500 Super Snake 2012, forte di un V8 turbo da 800 CV.

Shelby GT500 Super Snake 2012: un cobra da 800 CV

di Francesco Donnici

08 aprile 2011

Il cobra di Caroll Shelby tornerà a mordere al Salone di New York con la GT500 Super Snake 2012, forte di un V8 turbo da 800 CV.

All’imminente Salone di New York (21 aprile-1 maggio) farà il suo debutto ufficiale la nuova Shelby GT500 Super Snake 2012, riedizione dell’ormai classica muscle-car realizzata sulla base della Ford Mustang da Caroll Shelby, che in questa nuova versione porta in dote un potente V8 sovralimentato da 800 CV, ovvero il propulsore più potente mai realizzato dal preparatore texano da quando nacque nel lontano 1965 la mitica sportiva yenkee.

Esteticamente la Super Snake mantiene gli stilemi tipici che hanno fatto la fortuna di questa pony car: prese d’aria maggiorate sparse su tutta la carrozzeria, il cofano motore riceve un’imponente bombatura per ospitare la sovralimentazione, mentre le ruote ancora più grandi ospitano enormi cerchi Alcoa da 20 pollici, senza tralasciare la mitica livrea incattivita dalle immancabili strisce adesive di colore blu o bianco, che corrono longitudinalmente su tutto il corpo vettura. Gli interni della vettura pur essendo decisamente sportivi, non sono per nulla spartani: l’abitacolo è stato completamente rivestito in pelle, mentre ogni dettaglio come tappetini, poggiatesta e volante hanno sovraimpresso il mitico cobra che ricorda di quale leggenda yankee stiamo parlando.  

Ovviamente la parte più interessante della vettura rimane quella che si cela sotto il lunghissimo cofano anteriore. Stiamo parlando del potente V8 sovralimentato da 5.4 litri che in questa versione 2012 è arrivato all’incredibile potenza di 800 CV scaricati tramite un cambio manuale a sei rapporti sulla trazione posteriore. Purtroppo non sono state rivelate le prestazioni velocistiche della vettura, ma non è difficile immaginare accelerazioni al fulmicotone in grado di far fumare le grandi ruote posteriori ad ogni pressione dell’acceleratore.

L’abbondante potenza è stata coadiuvata da un nuovo assetto e da un impianto frenante rivisto. Gli ammortizzatori di tipo regolabile sono stati accoppiati a molle più corte e rigide che insieme ad un’inedita barra stabilizzatrice, promettono un comportamento neutro e sicuro anche alle velocità più sostenute. Per “imbrigliare” l’enorme potenza è stato sostituito anche l’impianto frenante con uno più performante caratterizzato da enormi dischi auto ventilati morsi da pinze a sei pistoncini.

Ancora non è stato ancora svelato il listino di questa muscle car, possiamo però ipotizzare che il prezzo non si discosti troppo da quello della precedente edizione che non superava gli 80.000 dollari ( circa 56.000 euro al cambio attuale).

Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...