Pgo Echo: roadster dal sapore vintage

Ispirata alla Porsche 356 Speedster, la Pgo Echo viene equipaggiata con una serie di accessori "old style" per gli appassionati più irriducibili.

Pgo Echo: immagini ufficiali

Altre foto »

Fra gli appassionati della ristretta nicchia delle roadster è un nome conosciuto: si tratta della Pgo, factory semiartigianale francese che produce una interessante "due posti" dall'identità strettamente imparentata con la iconica Porsche 356 Speedster. In queste ore, Pgo svela la propria ultima creazione: la "Echo", che riprende l'immagine roadster e la arricchisce con una interessante serie di dettagli retrò che rendono la piccola scoperta ancora più accattivante per gli appassionati.

La nuova Pgo Echo, presentata nelle immagini ufficiali, possiede un allure inequivocabilmente "Fifties", e che ne rimanda l'immagine alle roadster da corsa di quel periodo: non a caso, la Pgo Echo ha fatto il proprio debutto, nei giorni scorsi, alla terza edizione della "Exclusive Drive", una kermesse dedicata a vetture sportive che si è tenuta a Le Mans. Tutto, nell'analisi dell'equipaggiamento della Pgo Echo, sa di vintage e fa girare la testa ai più accaniti "petrol head": i due fari supplementari anteriori, i semplici cerchi in acciaio (verniciati in nero lucido) con gallettone centrale, gli adesivi che evidenziano i ganci traino, il doppio scarico centrale a terminali cromati; nell'abitacolo, dominato da rifiniture in cuoio con cuciture a trapunta, fanno bella mostra di sé la plancia in alluminio, la strumentazione "old style" semplice e chiara (due strumenti davanti al conducente: tachimetro e contagiri, e basta), il volante con corona di legno e razze forate; per dare un tocco in più di sportività "all'antica", la consolle centrale ospita una coppia di cronometri meccanici.

L'impostazione powertrain è Bmw: si tratta del 1.6 turbocompresso da 184 CV e 260 Nm di coppia della Mini Cooper S (a sua volta evoluzione del 1.6 che equipaggia gli altri modelli della gamma Mini oltre a Bmw Serie 1 e Serie 3), abbinato a un cambio manuale a 6 rapporti. Quanto ai valori prestazionali, le roadster Pgo vengono accreditate dalla factory francese di un'accelerazione 0 - 100 km/h di circa 6 secondi, vale a dire 1 secondo in meno rispetto alla Mini Cooper S Coupé.

Il prezzo della Pgo "Echo" non è stato comunicato. Trattandosi di una edizione ultralimitata, dovrebbe essere il più elevato dell'attuale listino Pgo, che propone la coupé Hemera a partire da 41.500 euro e le deliziose Speedster e Cévennes a 44.750 euro: cifre ben superiori, ad esempio, rispetto a a quanto richiesto per la spider "generalista" Mazda MX-5, e più vicine a roadster "nude e crude" come Caterham o Lotus Elise, la nicchia di mercato verso il quale Pgo rivolge maggiormente la propria attenzione.

Se vuoi aggiornamenti su PGO ECHO: ROADSTER DAL SAPORE VINTAGE inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 01 aprile 2015

Vedi anche

Renault Koleos: al Salone di Parigi si presenta in Europa

Renault Koleos: al Salone di Parigi si presenta in Europa

Il SUV della Losanga cambia pelle ed arriva nel Vecchio Continente

Ferrari GTC4 Lusso T: mette il turbo a Parigi 2016

Ferrari GTC4 Lusso T: mette il turbo a Parigi 2016

La Casa di Maranello svela la sua prima supercar quattro posti dotata di un propulsore V8 turbo.

LaFerrari Aperta, l’hypercar si scopre a Parigi

LaFerrari Aperta, l’hypercar si scopre a Parigi

La versione roadster dell’hypercar della Casa di Maranello celebra con il suo debutto a Parigi i 70 anni del marchio.