Lamborghini Aventador: avrà sospensioni push-rod

Aspettando il debutto ufficiale al Salone di Ginevra, Lamborghini svela nuovi dettagli della nuova V12, come le innovative sospensioni push-rod.

Lamborghini Aventador: avrà sospensioni push-rod

di Francesco Donnici

25 gennaio 2011

Aspettando il debutto ufficiale al Salone di Ginevra, Lamborghini svela nuovi dettagli della nuova V12, come le innovative sospensioni push-rod.

A poche settimane dall’attesissimo debutto ufficiale fissato per il prossimo Salone di Ginevra (3-13 marzo), arrivano nuove ed entusiasmanti informazioni sulla futura Lamborghini Aventador LP700-4, la nuova 12 cilindri della Casa di Sant’Agata bolognese ed erede della mitica Murcielago.

Sospensioni push-rod

Per accendere gli animi degli appassionati, Lamborghini ha svelato alcune caratteristiche della futura V12 tra cui l’innovativo e sofisticato sistema di sospensioni a doppio triangolo – realizzati completamente in lega di alluminio forgiata – con ammortizzatori di tipo push-rod, ispirato a quelli utilizzati sui bolidi di Formula Uno.

Il vantaggio dell’utilizzo delle sospensioni a doppi triangoli combinati con il sistema push-rod permette una manovrabilità senza precedenti e una tenuta in curva da primato: gli ammortizzatori realizzati dalla Öhlins godono di un sistema idraulico chiamato Lifting System che in caso di bisogno, tramite la pressione di un tasto, permette di alzare il profilo della vettura di 40 mm in modo da affrontare ostacoli o piccole pendenze che potrebbero interferire con il muso della vettura a causa dell’altezza minima da terra. La precisione di guida passa anche dal nuovo sterzo dotato di scatola idraulica e tre diversi tipi di settaggio, regolabili a seconda delle esigenze del pilota di turno.

Telaio super leggero e freni infaticabili

Altro punto di riferimento della categoria sarà il telaio super leggero realizzato in alluminio, fibra di carbonio e materiali compositi in modo da ottenere il giusto equilibrio tra leggerezza e rigidità torsionale. Per l’impianto frenante è stato messo a punto un sistema di freni carboceramici di ultima generazione con dischi anteriori auto ventilati da 400 mm e 6 pistoncini, mentre quelli posteriori misurano 380 mm e sono accoppiati a 4 pistoncini. Gli pneumatici anteriori della misura 255/35 sono accoppiati a cerchi specifici da 19 pollici, mentre quelli posteriori da 335/30 sono abbinati ad enormi ruote in lega da 20 pollici.[!BANNER]

Un Toro con 700 cavalli

Il 12 cilindri a V della Aventador con i suoi 700 CV a 8250 g/min e i 690 Nm di coppia massima a 5500 g/min, è il più potente propulsore mai costruito dalla Lamborghini ed è in grado di spingere la Aventador oltre il muro dei 350 km/h e di bruciare lo scatto da 0 a 100 km/h in soli 2,9 secondi.

L’appuntamento è quindi fissato per il 13 marzo al Salone di Ginevra, anche se la Casa del Toro non esiterà a rilasciare nuove immagini arricchite da altre informazioni su questo vero capolavoro di passione ed ingegneria chiamata Aventador.