Nuova Lamborghini V12: nome in codice 834

Assenza pesante al Salone di Detroit, la nuova supercar Lamborghini verrà presentata a Ginevra. Nel frattmpo la Casa comunica nuovi dettagli.

Lamborghini Aventador, tutte le immagini spia

Altre foto »

No, al salone di Detroit non ci sarà. Ma, come si suol dire, sarà un silenzio assordante. Della Lamborghini che verrà se ne parla già da qualche tempo e proprio il CEO di Sant'Agata Bolognese, Stephan Winkelmann, insieme al capo del reparto R&D, Maurizio Reggiani, hanno voluto svelare qualche dettaglio del progetto 834. Una sigla che molto probabilmente prenderà il nome di battesimo Aventador. Decisamente cattivo, in linea con il carattere della sportiva italo-tedesca.

"Sarà rivoluzionaria ma riconoscibile", ha detto Winkelmann, perché il DNA è quello delle più recenti Lamborghini: dalle quattro ruote motrici alle portiere con apertura "alare", dalla linea cuneiforme alle diffuse prese d'aria.

"Rigidezza e leggerezza sono le parole da ricordare, 'potenza al peso' diventerà il nostro slogan", ha aggiunto Winkelmann riferendosi al telaio. I suoi 229 chilogrammi hanno una resistenza torsionale pari a 35mila Newton/metri. La cellula dell'abitacolo monoscocca è in fibra di carbonio realizzata con il nuovo processo RTM (Resin Transfer Molded) sviluppato congiuntamente con la Boeing e l'Università di Washington.

Il propulsore che farà muovere la vettura è il nuovo V12 da 6,5 litri di cilindrata che, rispetto a quello utilizzato sulla Murciélago, conta sul 18% in più di potenza e sul 20% in meno di emissioni di CO2 (398 g/km). Quindi siamo sulla soglia dei 700 CV a 8450 giri/minuto.

Per arrivare alle quattro ruote motrici, la potenza viene snocciolata dal cambio a sette velocità dotato della frizione monodisco ISR (Independent Shifting Rod). Il tutto lo si potrà godere in cinque diverse modalità: Auto, Autostrada, Strada, Sport e Corsa, con cambi di marcia effettuati in 50, 150 o 300 millisecondi in base alla scelta.

L'ultima novità riguarda le sospensioni, che adotteranno ammortizzatori montati orizzontalmente.

Se vuoi aggiornamenti su LAMBORGHINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Luca Gastaldi | 11 gennaio 2011

Altro su Lamborghini

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro
Anteprime

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro

Sotto i riflettori del Salone di Los Angeles, Lamborghini svela la versione a trazione posteriore della Huracan Spyder.

Lamborghini Huracan: tuning by DMC
Tuning

Lamborghini Huracan: tuning by DMC

Body Kit in carbonio e 20 CV in più nel motore

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?
Anteprime

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?

La Casa di Sant’Agata bolognese potrebbe svelare al Salone americano una variante ancora più estrema della Huracan.