Volkswagen Golf GTD

Debutta a Leipzig la parente diesel della Golf GTI. La Volkswagen Golf GTD arriverà a Maggio con un nuovo TDI da 170 CV e 5,3 litri ogni 100 km

Volkswagen Golf GTD

Altre foto »

A pochi giorni dalla presentazione ufficiale della attesa Golf GTI, Volkswagen annuncia di aver scelto il palcoscenico dell'Auto Mobil International di Leipzig (dal 28 Marzo al 5 Aprile) per presentare la seconda variante sportiva della propria portabandiera, la Volkswagen Golf GTD, anch'essa Golf rivolta al pubblico più dinamico, ma con un propulsore diesel a mantenere i costi di esercizio più contenuti. Del resto è una tradizione ormai per Wolfsburg offrire una versione diesel altrettanto pepata, una tradizione che risale al 1982.

Esteriormente si notano poche differenze rispetto alla GTI: paraurti, fari e griglia anteriore sono uguali a quelli della parente a benzina, tranne che per il noto filetto rosso, che è stato sostituito da uno cromato. Cambia anche il diffusore posteriore, con il terminale di scarico sdoppiato posizionato sul lato sinistro, al contrario della omologa a benzina che li reca su entrambe i lati. Una nota sullo scarico: è stato ottimizzato per emettere un suono più corposo e gratificante, attraverso una valvola elettromagnetica che analizza il regime del motore e "accorda" il suono in base ad esso.

L'abitacolo è invece equipaggiato con sedili sportivi  e volante a tre razze d'ordinanza, ma fanno parte della dotazione GTD anche rivestimenti per le leve del cambio e del freno a mano in pelle con cuciture grigie. Completano il ricco equipaggiamento di serie 7 airbag, fendinebbia, climatizzatore automatico Climatronic, sistema radio-CD RCD 210 e un pacchetto invernale con sedili anteriori, ugelli lavavetro e lavafari riscaldati e indicatore del livello liquido tergicristalli.

Anche il settaggio delle sospensioni è derivato dalla Golf GTI, ma il pezzo forte è il propulsore  2.0 TDI da 1968 cc e 170 CV a 4200 giri che è già Euro 5 e per la prima volta viene utilizzato su Golf dopo aver debuttato sulle Passat della serie Highline. E' abbinato ad un cambio manuale a 6 rapporti, ma si può scegliere anche il noto DSG a 6 velocità proposto in opzione. La coppia di 350 Nm permette alla Golf GTD di raggiungere i 100 km/h in 8,1 secondi, mentre la velocità massima dichiarata si attesta sui 222 km/h.

Prestazioni brillanti, ma ancora di più lo sono i valori di consumo. Nella versione a cambio manuale si impiegano solo 5,3 litri di gasolio ogni 100 km e si sale a 5,6 litri se si sceglie il cambio automatico. Calcolando i 55 litri di carburante del serbatoio si ottiene una autonomia media di circa 1000 km, argomento che convincerà molti potenziali clienti desiderosi di una punta di sportività senza compromettere troppo il budget. La Golf GTD verrà lanciata nel mese di Maggio.

Se vuoi aggiornamenti su VOLKSWAGEN GOLF inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:

Altro su Volkswagen Golf

Salone di Los Angeles: nuova Volkswagen e-Golf
Anteprime

Salone di Los Angeles: nuova Volkswagen e-Golf

Anche la versione elettrica di Golf si rinnova: 300 km di autonomia,tempi di ricarica ridotti e una nuova dotazione di bordo. Sarà in Europa nel 2017.

Volkswagen Golf 2017: le immagini del restyling
Anteprime

Volkswagen Golf 2017: le immagini del restyling

La Volskwagen Golf si concede un sapiente restyling che affina l’estetica della vettura e la riempie di sofisticate tecnologie multimediali.

Volkswagen Golf 2017: aspettando il restyling
Anteprime

Volkswagen Golf 2017: aspettando il restyling

Secondo i rumors ci saranno meno versioni e nuovi motorizzazioni.