Mercedes-AMG GT 63S Edition 1: pronta al debutto

La serie speciale che inaugura l’ingresso sul mercato di AMG GT a quattro porte entrerà in fase di ordinazione la prossima estate: presenta l’AMG Aerodynamics Package e il V8 4.0 biturbo da 639 CV.

Mercedes-AMG GT 63S Edition 1: pronta al debutto

Tutto su: Mercedes-Benz AMG GT

di Francesco Giorgi

09 maggio 2018

Anche per la imminente AMG GT a quattro porte, “superberlina” ad altissime prestazioni derivata in linea retta dalla coupé AMG GT che Mercedes aveva svelato in anteprima lo scorso marzo in occasione del Salone di Ginevra, la fase di ingresso sul mercato verrà celebrata con il “lancio” di una serie speciale, che resterà in listino per dodici mesi. Si tratta di Mercedes-AMG GT 63S Edition 1, denominazione che conferma le strategie di debutto commerciale dei nuovi modelli di Stoccarda da tempo attuate da parte dei “piani alti” della Stella a Tre Punte.

Le personali caratteristiche e un primo dettaglio di immagini della nuova Mercedes-AMG GT 63S Edition 1 vengono diffuse insieme all’indicazione relativa presentazione in occasione della 24 Ore del Nurburgring, che si correrà nel weekend del 27 maggio sul tracciato della Nordschleife. La fase di prevendita si aprirà in estate, con le prime consegne il prossimo autunno: i prezzi verranno comunicati nei prossimi giorni.

Fra le peculiarità proprie di Mercedes-AMG GT 63S Edition 1, il corpo vettura mette in evidenza l’adozione del bodykit AMG Aerodynamics Package, chiara testimonianza dell’expertise dal motorsport al quale l’”alliance” Stoccarda-Affalterbach ha attinto a piene mani per lo studio delle appendici in funzione dei flussi dell’aria: in combinazione con gli specifici cerchi da 21” “made by AMG”, l’impostazione esterna della nuova Edition 1 porta in dote un inedito splitter anteriore, nuove “minigonne” laterali, un diffusore più ampio (in funzione, quest’ultimo, del nuovo adeguamento aerodinamico del corpo vettura) e un alettone posteriore a regolazione manuale: componente che, ad una velocità di 300 km/h, consente al veicolo un ulteriore downforce di 30 kg rispetto allo spoiler “standard”. Altrettanto esclusivi della “Edition 1” sono la tinta carrozzeria in Graphite Grey Magno con accenti grafici in Graphite Grey a contrasto, nonché l’impianto frenante con pinze verniciate in giallo.

Ulteriori personalizzazioni sono presenti all’interno: nell’abitacolo di Mercedes-AMG GT 63S Edition 1 fanno bella mostra di se i sedili semi-anatomici “Performance” rivestiti in pelle Nappa Exclusive in tinta Magma Grey e nero e cuciture in giallo, il volante AMG Performance dalla corona rivestita in tessuto microfibra “Dinamica” e i dettagli in fibra di carbonio per la plancia. A richiesta, l’equipaggiamento potrà essere ulteriormente arricchito: fra gli altri, Mercedes propone un “AMG Nicht Package”, un “AMG Exterior Carbon-Fibre Package 2”, sedili “luxury” e un impianto frenante AMG ceramico. Della dotazione multimediale fanno parte i due display da 12.3” per il rispettivo controllo della strumentazione digitale, dei parametri vettura (comprese le regolazioni dell’assetto, dell’ESP, della trasmissione e del sound sprigionato dall’impianto di scarico munito di elettrovalvole) e delle funzionalità infotainment

Sotto il cofano, i tecnici del “tandem” Stoccarda-Affalterbach hanno scelto, per la motorizzazione destinata ad equipaggiare Mercedes-AMG GT 63S Edition 1, l’unità motrice più esuberante, vale a dire il 4.0 V8 con supporti motore ad ammortizzazione attiva e trasmissione affidata al cambio MCT a nove rapporti, sovralimentato con due turbocompressori, della futura declinazione GT 63S 4Matic+, che sprigiona una potenza di ben 639 CV e 900 Nm di coppia massima: dati alla mano, ciò si traduce, su strada, in una velocità massima dichiarata nell’ordine di 315 km/h e in 3”2 per lo scatto da 0 a 100 km/h (ricordiamo, a titolo di completezza, che le due varianti “inferiori” di AMG GT a quattro porte, ovvero GT 53 4Matic+ e GT 63 4Matic+, si segnaleranno per la rispettiva adozione del 3.0 a sei cilindri da 435 CV, con una piccola unità elettrica complementare e compressore elettrico di supporto al turbo principale per l’eliminazione del turbo-lag; e per il 4.0 V8 biturbo ma dalla potenza “ridotta” a 585 CV e 800 Nm di forza motrice). Fra le tecnologie “salvaconsumi” e di attenzione all’ambiente, le declinazioni V8 di Mercedes-AMG GT quattro porte (dunque anche la imminente “Edition 1” da 639 CV) si avvalgono del dispositivo AMG Cylinder Management che “elimina” l’azione di un cilindro nelle condizioni di lavoro in modalità Comfort. La trasmissione, come del resto indicato dalla sigla di identificazione del modello, è affidata alla trazione integrale 4Matic+, esclusiva della Stella a Tre Punte, con ripartizione a controllo elettronico della coppia fra gli assali e presenza del programma di guida “Drift”.