Land Rover Defender 2011: continua evoluzione

L’inarrestabile mezzo off-road si aggiorna sotto pelle rimanendo fedele alla sua filosofia di inarrestabile mezzo tuttofare.

Land Rover Defender 2011:  continua evoluzione

di Francesco Donnici

06 dicembre 2010

L’inarrestabile mezzo off-road si aggiorna sotto pelle rimanendo fedele alla sua filosofia di inarrestabile mezzo tuttofare.

Land Rover annuncia l’arrivo della versione 2011 del mitico Defender, l’inarrestabile fuoristrada utilizzato per affrontare ogni tipo di percorso, erede del Land Rover del 1948 e rimasto praticamente immutato da quando la Casa inglese ha introdotto nel 1998 l’attuale denominazione.

Venduto in oltre due milioni di esemplari, il Defender equipaggia numerosi eserciti di tutto il mondo (compreso il nostro corpo militare e l’arma dei Carabinieri), ma è anche il compagno inseparabile di esploratori, ricercatori e più in generale degli amanti della guida off-road.

L’edizione 2011 porta in dote alcune migliorie “tecniche” rispetto alle ultime modifiche apportate all’ultimo aggiornamento del 2007. Le molteplici configurazioni della carrozzeria si dividono in quella a passo corto denominata “90” e quella a passo lungo “110”, che a sua volta viene proposta nelle versioni da 5 e 7 posti, double-cab, station wagon e in fine pickup.

L’unico propulsore disponibile è l’inossidabile common rail 2.4 con cambio a sei velocità GFT MT-82: questo propulsore dispone di 122 CV e 356 Nm di coppia massima, raggiunge i 135 km/h di velocità massima e accelera da 0 a 100 km/h in 15,8 secondi. I consumi nel ciclo combinato sono pari a 10 l/100 km per il Defender 90 ed 11 l/100 km per il 110. A causa dell’omologazione del propulsore alla normativa euro 4, il Defender può essere immatricolato esclusivamente come autocarro.

Tra le caratteristiche principali del nuovo Defender troviamo ovviamente la trazione integrale permanente con bloccaggio del differenziale centrale e sistema antistallo; in più può contare sulle barre antirollio anteriori e posteriori. Queste caratteristiche si tramutano in una guida in fuoristrada senza rivali grazie alla capacità di superare pendenze di 45 gradi, pendenze laterali di 45 gradi. L’angolo d’attacco è di 49 gradi, l’angolo di dosso di 153 gradi e l’angolo d’uscita di 47 gradi.[!BANNER]

Sia la versione a passo lungo che quella a passo corto montano pneumatici dalla sezione di 235, (in alternativa anche 205), mentre per tutte le Defender la massa trainabile può arrivare a 3500 kg.

Il Defender verrà prodotta per altri due anni, fino al 2013, anno in cui sarà sostituita da una generazione completamente nuova che avrà l’arduo compito di modernizzare un veicolo praticamente immutato da 30 anni e di alimentare nello stesso tempo il mito dell’inarrestabilità di questo veicolo tuttofare.