Ford Transit Connect Wagon: versatilità e tecnologia

Il rinnovato Ford Transit Connect Wagon svelato in questi giorni a Chicago vanta un abitacolo pratico e versatile guarnito da sofisticati dispositivi tecnologici dedicati all’intrattenimento e alla sicurezza.

Ford Transit Connect Wagon: versatilità e tecnologia

Tutto su: Ford

di Francesco Donnici

09 febbraio 2018

La Casa dell’Ovale blu ha scelto l’importante vetrina del Salone di Chicago 2018 (10-19 febbraio) per presentare il nuovo Ford Transit Connect Wagon 2018, aggiornamento del famoso e versatile van dedicato al lavoro e al tempo libero capace di soddisfare le più svariate esigenze di trasporto.

Declinato nelle varianti dotate di 5 o 7 posti e negli allestimenti denominati XL, XLT e Titanium, il Ford Transit Connect Wagon vanta la presenza di porte laterali scorrevoli su ogni lato e la possibilità di installare vani mobili sul tetto per aumentare la capacità di carico della vettura. All’interno troviamo interni spaziosi e modulari che permettono di allestire l’abitacolo a secondo delle proprie necessità di carico o trasporto passeggeri.

La vettura punta molto anche sulla tecnologia, come sottolinea la presenza della nuova console che racchiude i principali comandi della vettura compreso l’ampio display “touch” da 6,5 pollici con cui è possibile controllare il sistema di infotainment  SYNC 3. Quest’ultimo permette di accedere alle  funzioni del navigatore satellitare, alla connettività per smartphone e mette a disposizione anche il sofisticato e utile assistente personale Ford + Alexa, senza dimenticare la connessione internet veloce LTE 4G con hot spot Wi Fi che consente di collegare fino a 10 device elettronici. Degno di nota anche la possibilità di avere come optional il display digitale nella strumentazione e una base posizionata nella plancia che permette di ricaricare gli smartphone senza l’utilizzo di cavi.

Il Ford Transit Connect Wagon si fa apprezzare anche per  i numerosi dispositivi di ausilio alla guida dedicati alla sicurezza, tra cui segnaliamo la presenza del sistema di frenata automatica d’emergenza con riconoscimento dei pedoni, a cui si aggiungono il Cruise Control adattivo, il sistema di mantenimento della carreggiata e quello che rileva la presenza di un veicolo nell’angolo cieco della vettura, grazie all’uso di uno speciale radar che monitora il perimetro della vettura.

Il Transit sarà disponibile con due unità, alimentate rispettivamente a gasolio e a benzina. L’offerta parte con il propulsore turbo diesel 1.5 litri EcoBlue gestito da un nuovo  cambio automatico a 8 rapporti, mentre al top di gamma si posiziona il quattro cilindri 2.0 litri ad iniezione diretta di benzina equipaggiato con sistema Start&Stop di serie e gestito sempre dalla trasmissione automatica a 8 velocità. Per quanto riguarda la massa rimorchiabile, il nuovo Transit Connect Wagon può trainare veicoli fino ad una tonnellata.