Range Rover SV Coupé Special Edition: il debutto al Salone di Ginevra

Per i settant’anni di Land Rover, e in vista del mezzo secolo di Range Rover, il SUV luxury di Solihull si prepara ad accogliere una edizione limitata che saluta il ritorno della formula a due porte.

Range Rover SV Coupé Special Edition: il debutto al Salone di Ginevra

Tutto su: Land Rover Range Rover

di Francesco Giorgi

24 gennaio 2018

Una super Range Rover a due porte è fra i programmi dei vertici di Solihull: dalle anticipazioni che avevamo pubblicato nelle scorse settimane, ecco le prime conferme; per l’anteprima, occorrerà attendere il Salone di Ginevra. Nel frattempo, i piani alti di Land Rover rendono noti alcuni dettagli in merito a Range Rover SV Coupé, denominazione sotto la quale si cela una serie speciale – volutamente “limitata”, come vedremo – che contribuirà ad arricchire la lineup Range Rover. Il costruttore nel 2020 celebrerà i cinquant’anni dal debutto della “storica” prima serie, mentre nel 2018 celebra i settant’anni dalla presentazione della Series I, il cui esemplare esposto al Salone di Amsterdam nel 1948 è attualmente al centro di un progetto di restauro che fa parte del programma “Land Rover Series I Reborn”.

Come omaggio alla progenitrice del 1970, il layout che caratterizza la nuova “special edition” SV Coupé è relativo al corpo vettura con due sole porte: adesso, si è scelto di aggiungervi la denominazione “Coupé” (per distinguerla dalla restante “famiglia” Range); in realtà, appunto, ciò si riallaccia alla storica “Range” di quasi mezzo secolo fa.

Come avvenne nel 1970, anche la imminente SV Coupé porterà in dote – secondo quanto annunciato da una nota introduttiva che accompagna i primi accenni di dettaglio – una particolare accuratezza nelle finiture e negli allestimenti: fatte le debite proporzioni, dovrebbe trattarsi di dotazioni di altissima gamma, tenuto conto dei già ricchi equipaggiamenti che caratterizzano l’articolata “famiglia” Range Rover attuale (laddove, a fine anni 60, il mondo Land Rover si basava essenzialmente sulla storica lineup offroad “dura e pura”).

Una prima conferma, del resto, arriva dagli stessi vertici Land Rover, che puntano i propri riflettori su una ridefinizione della filosofia “luxury” applicata alla propria produzione, come anticipa il direttore esecutivo della Divisione Jaguar Land Rover SVO-Special Vehicle Operations, John Edwards: “Land Rover ha creato il segmento SUV alto di gama quasi cinquant’anni fa con la prima Range Rover. Lanciando la nuova Range Rover SV Coupé, offriremo ai clienti una combinazione di lusso impareggiabile e di esclusività. La presentazione di questo speciale veicolo al Salone di Ginevra in marzo, in occasione dei settant’anni Land Rover, segnerà un momento particolarmente significativo per il marchio, per Range Rover e per la Divisione Special Vehicle Operations”.

Ciascuno dei 999 esemplari programmati per Range Rover SV Coupé sarà assemblato a mano dagli artigiani che operano presso l’SV Technical Centre di Jaguar Land Rover, che ha sede a Ryton-on-Dunsmore (Warwickshire).

Queste le linee-guida, arricchite da un primo dettaglio degli interni comunicato attraverso una immagine di anticipazione, che fa leva su una combinazione di tinte e materiali decisamente ampia: quattro sedili singoli semi-anatomici, con la zona centrale a trapunta e dall’insolita tinta differente fra sedili anteriori e posteriori (a volere distinguere nettamente i due ambienti abitacolo: un concetto applicato anche ai dettagli degli interni, quali la plancia, i pannelli porta e il “cuscino” centrale del volante che riprendono la tinta dei sedili anteriori, la pannelleria alle fiancate posteriori e la copertura del vano portaoggetti centrale nello stesso blu dei sedili posteriori), i poggiabraccio laterali in bianco a creare una soluzione di continuità “orizzontale”, la zona superiore e laterale della plancia così come l’ampio tunnel di trasmissione rivestiti in legno.