Detroit: Chevrolet svela la nuova Silverado a 100 anni dal primo pick-up

Sul palcoscenico del Salone di Detroit fa il suo debutto la nuova generazione della Chevrolet Silverado, ora più leggera e spaziosa.

Detroit: Chevrolet svela la nuova Silverado a 100 anni dal primo pick-up

Tutto su: Chevrolet

di Francesco Donnici

15 gennaio 2018

La nuova generazione della Chevrolet Silverado è stata svelata in occasione del Salone di Detroit 2018, esattamente 100 anni dopo il debutto del primo pick-up della Casa del Cravattino. Questo modello ha un importanza strategica per il Costruttore yankee considerando che i pick-up sono i veicoli più venduti ed apprezzati sul mercato nord americano.

Il nuovo Silverado è stato completamente rivisto sia nell’estetica che nella tecnica: vanta un telaio alleggerito e rinforzato, inoltre mette a disposizione un’ampia offerta suddivisa in ben 8 varianti con lo scopo di accontentare le più svariate esigenze di lavoro e tempo libero. Tra le novità troviamo anche un cassone più versatile e più ampio fino al 20% rispetto alla concorrenza nel quale si possono ospitare oggetti decisamente ingombranti come ad esempio una tavola di compensato grande 4×8 metri che può essere appoggiata su un pavimento in acciaio ad alta resistenza.

Il pick-up può contare su un passo più lungo di 100 mm e una lunghezza complessiva maggiore di 41 mm che consente un maggiore volume di carico e più spazio all’interno dell’abitacolo. Nonostante l’aumento di dimensioni, il Silverado pesa ben 204 kg in meno rispetto ad un veicolo equivalente, grazie anche ad un corpo vettura più leggero di 40 kg realizzato in acciaio e alluminio.

Il Silverado viene declinato nelle varianti di carrozzeria Regular Cab (2 porte), Double Cab (cabina estesa e  4 porte) e Crew Cab (quattro porte full size). All’interno troviamo un abitacolo ancora più spazioso che mette a disposizione una vasta serie di scompartimenti che aumentano la versatilità della vettura. Confort ed intrattenimento risultano ai livelli di una vettura di alta gamma, come dimostra la presenza di materiali curati e scelti con attenzione, oltre a quella di sofisticati dispositivi elettronici come il nuovo impianto di infotainment dotato di connettività per smartphone ed abbinato ad un ampio display da 7 pollici “touchscreen” incastonato al centro della console.

La gamma dei propulsori prevede la presenza dei V8 small-block da 5.3 litri e 6.2 litri – dotati del sistema di disattivazione dei cilindri (Dynamic Fuel Management) –  mentre sul fronte dei diesel troviamo il nuovo motore Duramax 3.0 litri turbodiesel.  Sia il diesel che il poderoso V8 da 6.2 litri risultano abbinati alla nuova trasmissione automatica a 10 marce sviluppata in collaborazione con Ford ed utilizzata anche sulla rivale F-150.