Nuova Bentley Continental GT 2012

La granturismo britannica si rinnova esteticamente e nella meccanica per continuare il successo che la incoronata regina della sportività inglese

Nuova Bentley Continental GT 2012

di Francesco Donnici

11 novembre 2010

La granturismo britannica si rinnova esteticamente e nella meccanica per continuare il successo che la incoronata regina della sportività inglese

La Bentley Continental GT, granturismo della Casa inglese presentata ufficialmente al recente Salone di Parigi si rinnova esteticamente e nella meccanica dopo sette anni di carriera per continuare a cavalcare l’enorme successo che la incoronata nel corso degli anni regina della sportività made in England. La prima versione nacque nell’ormai lontano 2003 come sostituta della Bentley Continental R e T e fu il primo modello dell’era Volkswagen dopo la scissione tra la Casa di Crewe e l’altro nobile marchio inglese Rolls Royce, acquistato in quel periodo dalla BMW.

Sportiva fatta a mano

Esteticamente la nuova Continental non tradisce l’affascinante linea della prima generazione, ma l’affina in ogni suo dettaglio riprendendo il recente corso stilistico del marchio della B Alata inaugurato dell’ammiraglia Mulsanne. La parte anteriore è dominata dalla classica griglia a nido d’ape del radiatore, ora più verticale, mentre i quattro fari dalla forma sfalsata guadagnano le luci LED diurne. La parte posteriore è più muscolosa della precedente e mostra modifiche meno evidenti e dopo uno sguardo più approfondito si nota il baule leggermente rialzato che funge da spoiler aerodinamico.

Granturismo 2+2

Gli interni di questa nobile granturismo 2+2 possono essere paragonati ad un salotto degno di Buckingham Palace. I quattro fortunati occupanti sono ospitati in un ambiente ovattato dal sapore sartoriale contraddistinto da 4 poltrone singole personalizzabili con diversi tipi di pellami e colorazioni, mentre la parte anteriore dell’abitacolo è abbracciata dall’enorme plancia completamente rivestita in radica e pelle che ospita l’inedita strumentazione e il volante ridisegnato. Nella consolle centrale è incastonato il centro di comando della nuova Continental rappresentato dal sistema multimediale d’intrattenimento con schermo da 8 pollici touchscreen e hard disk da 30 Gb è abbinato a un moderno sistema GPS con funzione Google Maps. Grazie alla tecnologia “Balanced Mode Radiator” e all’elaborazione digitale “Dirac Dimension” viene prodotto un suono decisamente nitido. L’opulenza però non ha oscurato le esigenze pratiche dei fortunati proprietari di questa Granturismo, che possono contare su un bagagliaio da 358 litri in grado di offrire sufficiente spazio per un weekend in famiglia, sebbene non sia una capienza da record.

W12 sportivo e vellutato

Sotto il cofano della GT, troviamo quello che si può definire un propulsore vellutato, ma sportivo. Evoluzione del precedente “plurifrazionato” W12, la nuova unità della Bentley lascia invariata la cilindrata di 6.0 litri ma aumenta la potenza fino a 575 CV e 700 Nm di coppia massima, capace di spingere la non indifferente mole della vettura fino a 318 km/h e farla schizzare da 0 a 100 km/h in 4,6 secondi.

Il propulsore può essere alimentato a benzina o a bioetanolo E85, oppure con qualsiasi combinazione tra i due carburanti. La Casa dichiara dei consumi medi pari a 25,4 litri/100 km nel ciclo urbano, 11,4 l/100 km nel ciclo autostradale e 16,5 litri/100 km nel ciclo combinato, mentre le emissioni sono di 384 g/km di CO2. Potenza e coppia vengono scaricati sulle quattro ruote motrici grazie all’ausilio del cambio Quickshift a 6 velocità della ZF che ha dimezzato i tempi di cambiata e che permette di scalare contemporaneamente due marce.[!BANNER]

Inoltre è stato adottato un innovativo sistema a trazione integrale con differenziale Torsen che nella nuova Continental GT ripartisce la potenza con un rapporto 40:60 in favore del retrotreno. Un occhio di riguardo dei tecnici di Crewe è andato all’handling della vettura che ha guadagnato una carreggiata maggiore di 41 mm per l’ant6erroe e di 48 per il posteriore dando così la possibilità di ospitare i cerchi da 21 pollici scomponibili previsti a richiesta al posto dei più classici 20 pollici a cinque razze.

No votes yet.
Please wait...