Bentley Mulsanne Cabriolet: le prime indiscrezioni

19 esemplari, ciascuno dei quali allestito da Mulliner sulla Mulsanne Speed, e ad un prezzo indicativo di ben 3,5 milioni di dollari: ecco come “potrebbe” essere la nuova Grand Convertible.

Bentley Mulsanne Cabriolet: le prime indiscrezioni

Tutto su: Bentley Mulsanne

di Francesco Giorgi

20 novembre 2017

Una cabriolet-ammiraglia manca da più di otto anni dal listino Bentley: l’ultima fu la Azure, longevo modello che venne prodotto dal 1995 al 2009, prima sotto l’”ala” Rolls-Royce, successivamente anche dopo il passaggio al Gruppo Volkswagen. Il consolidarsi di altre versioni (la fortunata Continental GT, che peraltro dispone in gamma della variante “en plein air” GTC) e l’attuale Bentayga, sembrerebbe che abbiano “distolto” l’attenzione dei vertici Bentley dallo sviluppo di una nuova cabriolet a quattro posti da affiancare alla Mulsanne.

Una indiscrezione che sta facendo il giro del Web indica, in maniera inequivocabile, come Bentley abbia sviluppato una “Mulsanne Cabriolet”. Una operazione condotta in gran segreto e in forma totalmente artigianale, e che lascia spazio a un ampio ventaglio di ipotesi non essendo stata rilasciata alcuna nota in merito. L’iniziativa di uno Youtuber (Shmee150) che avrebbe visitato lo showroom Bentley di Dubai (Emirati Arabi) per una esclusiva “anteprima”, permette di farsi una prima impressione sulla inedita Bentley Mulsanne Cabriolet.

Il mistero che circonda la nuova Mulsanne Cabriolet è piuttosto fitto: già nel 2012, in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, i vertici di Crewe avevano mostrato, ad una ristrettissima élite, una Mulsanne Cabriolet Concept: in quell’occasione, era stato sottolineato come l’esemplare in esposizione fosse un laboratorio dal quale, successivamente, derivare un modello di produzione.

Con un understatement e con il gusto per la suspence tipicamente British, le informazioni ufficiali si fanno un po’ attendere: ciò che è dato conoscere, sono i dettagli “di massima”. La futura Bentley Mulsanne Cabriolet sarà “tirata” in 19 esemplari (cifra che, seppure esigua, in realtà possiede un preciso significato: 1919 è l’anno di fondazione del nobile marchio), tutti allestiti dalla Divisione Mulliner. Il che fa pensare che ciascuna delle unità indicate potrà ricevere una esclusiva personalizzazione sulla base delle specifiche del singolo cliente.

“Base di partenza” per la nuova Bentley Mulsanne Cabriolet (che potrebbe anche assumere il nome “Grand Convertible”, proprio come la Concept esposta al Salone di Los Angeles 2014 con l’immagine dichiarata di “Vettura convertibile più elegante ed esclusiva al mondo”) sarà, secondo le “voci di corridoio” che circolano in Rete, la poderosa Mulsanne Speed, fiore all’occhiello dell’attuale gamma-ammiraglia di Crewe, che a sua volta debuttò in anteprima ufficiale al Salone di Parigi 2014 come declinazione ad alte prestazioni della gamma Mulsanne: equipaggiata con l’aggiornato motore da 6,75 litri ad otto cilindri a “V”, sviluppa una potenza di 537 CV e ben 1.100 Nm di coppia massima già a 1.750 giri/min, che permettono alla vettura – nonostante un peso di 2.685 kg in ordine di marcia – di raggiungere i 305 km/h di velocità massima e i 100 km/h con partenza da fermo in 4”9.

Questo, per quanto riguarda l’impostazione motoristica; relativamente al telaio e al corpo vettura, la nuova Bentley Mulsanne Cabriolet-Grand Convertible sarà accorciata nell’interasse (circa 100 mm in meno di passo) e, come ovvia conseguenza, a due sole porte, con l’eliminazione di quelle posteriori. Naturalmente, il tetto viene totalmente asportato, per lasciare posto ad una capote in tessuto multistrato che, ripiegata, viene stivata in un vano dietro l’abitacolo, coperto da un grande pannello in legno.

Per le consegne delle 19 Bentley Mulsanne Convertible, occorrerà attendere ancora un po’: i primi esemplari saranno deliberati nel 2019; i restanti, l’anno successivo. Da urlo il prezzo di vendita: si parla di una cifra nell’ordine di 3,5 milioni di dollari.