Bmw M3 CS: nuova serie limitata pronta al debutto

460 CV e 280 km/h, corpo vettura con elementi in CFRP e un assetto dedicato: ecco il biglietto da visita della nuova “Clubsport”, che entrerà in fase di ordinazione a gennaio e in produzione a marzo 2018.

Bmw M3 CS: nuova serie limitata pronta al debutto

Tutto su: BMW Serie 3

di Francesco Giorgi

08 novembre 2017

Ulteriormente alleggerita, potenziata e a tiratura limitata: in queste ore, Bmw svela le peculiarità della inedita M3 CS, sigla che sta per “Clubsport” ben conosciuta dagli appassionati dei modelli high performance di Monaco di Baviera.

La nuova declinazione, illustrata nelle immagini che ne mettono in risalto l’allestimento specifico e da una nota che dettaglia le caratteristiche tecniche, sarà su strada verso la metà del prossimo anno: a gennaio 2018 ne è previsto il via alle ordinazioni, e con l’arrivo della primavera inizierà la produzione.

La nuova Bmw M3 CS sarà “tirata” in 1.200 unità, tutte equipaggiate con il cambio automatico sette rapporti con comando a doppia frizione M DCT (M Double Clutch Transmission), in abbinamento all’unità M TwinPower Turbo da 3 litri (2.979 cc) a sei cilindri in linea, ulteriormente affinata nell’engineering in modo da offrire una potenza di 460 CV, come dire 10 CV in più rispetto alla M3 “di serie” equipaggiata con l’M Competition Package.

Si tratta, come indicato dalla nota introduttiva a firma Bmw, di una serie di modifiche “ereditate” dalla altrettanto performante Bmw M4 CS, declinazione-bridge fra la M4 Coupé e la poderosa M4 GTS (tolta di produzione alcuni mesi fa), che aveva debuttato in anteprima la scorsa primavera al Salone di Shanghai e che si caratterizza per l’applicazione al corpo vettura di specifiche appendici aerodinamiche in CFRP, per la presenza dell’assetto adattivo “M” a tre modalità di guida e cerchi a diametro differenziato.

Sulla scorta dell’expertise maturato con M4 CS, la nuova Bmw M3 CS “Clubsport” si prepara, dunque, al debutto sul mercato. I prezzi saranno comunicati più avanti.

Relativamente all’impostazione estetico-aerodinamica, Bmw M3 CS porta in dote nuovi elementi carrozzeria in resina rinforzata con fibra di carbonio CFRP: questo vale per il cofano motore, il tetto, l’esclusivo splitter anteriore, il diffusore posteriore e altri dettagli del corpo vettura. Dati alla mano, indica Bmw, il peso risulta inferiore di una decina di kg rispetto alla Bmw M3 “standard”, che “a vuoto” denuncia 1.595 kg.

Tutto nuovo, in riferimento alla lineup Serie 3, anche l’impianto frenante “M Compound”, che si avvale di dischi in materiale composito – campana in alluminio, dischi in ghida grigia forati e flottanti, anelli realizzati con cuscinetti radiali a scorrimento – con pinze rispettivamente a quattro pistoncini (avantreno) e due pistoncini (retrotreno). A richiesta, la nuova Bmw M3 CS potrà essere equipaggiata con un kit freni carboceramici.

Allo stesso modo della M4 CS, anche i cerchi forgiati sono di diametro differente: 9×19 all’anteriore, 10×20 al posteriore, e montano un set di pneumatici “semi-slick” (omologati perl’uso stradale) Michelin Pilot Sport Cup 2 da 265/35 R 19 e 285/30 R 20 (in alternativa, la vettura potrà essere equipaggiata con pneumatici Michelin Sport “stradali”).

Le novità di engineering, tutte rivolte alla massima risposta del veicolo alle più intense condizioni di guida, riguardano inoltre l’adozione dell’assetto adattivo regolabile “Adaptive M”, le cui geometrie sono state rivedute e corrette in funzione dell’impiego ottimale su strada e in circuito, con sistema di controllo stabilità DSC provvisto di “M Dynamic Mode” e differenziale “Active M Differential”. Le modalità di settaggio sospensioni e di bloccaggio differenziale possono essere commutate dal conducente.

L’identità spiccatamente sportiva di Bmw M3 CS si riflette anche nella definizione dell’abitacolo, dominato da rivestimenti in pelle bicolore e Alcantara; particolarmente apprezzabile il disegno dei sedili semi-anatomici e del volante multifunzione anch’esso rivestito in Alcantara con cuciture a contrasto: il suo design dichiara una decisa vocazione rétro. La dotazione di serie comprende un sofisticato dispositivo infotainment “Professional” arricchito con il sistema di navigazione satellitare e impianto audio Harman Kardon.

Sotto il cofano, Bmw M3 CS viene equipaggiata con l’unità 3.0 a sei cilindri in linea M TwinPower Turbo ad iniezione diretta High Precision Injection, valvole a comando variabile Valvetronic e variatore di fase Doppio Vanos per gli alberi a camme, ulteriormente “riveduta e corretta” nei valori di potenza e forza motrice: la nuova M3 CS sviluppa 460 CV (10 in più rispetto alla versione equipaggiata con l’”M Competition package”) a 6.250 giri/min e 600 Nm di coppia massima disponibili fra 4.000 e 5.380 giri/min.

Su strada, i valori prestazionali comunicati per la nuova Bmw M3 CS risultano sullo stesso livello di quelli della recente M4 CS: velocità massima 280 km/h (autolimitati) e scatto da 0 a 100 km/h in 3”9.