Alfa Romeo: in arrivo maxi SUV, Giulia Coupé e crossover compatto?

Due Sport Utility (uno di alta gamma, un altro di dimensioni compatte e imparentato con la nuova generazione di Giulietta) e la Giulia Coupé: saranno illustrati nei prossimi mesi?

Alfa Romeo: in arrivo maxi SUV, Giulia Coupé e crossover compatto?

Tutto su: Alfa Romeo

di Francesco Giorgi

16 ottobre 2017

I prossimi mesi saranno nuovamente cruciali per Alfa Romeo: il marchio del Biscione, sulla scia del “big deal” progressivamente impostato con lo sviluppo di 156, 159, 147, Brera, GT, MiTo e, in anni più recenti, con Giulietta, nuova Giulia e Stelvio (per parlare soltanto dei modelli a grande diffusione: 8C e 4C, dall’impostazione ultrasportiva, fanno storia a se, pur conservando fortissima l’immagine Alfa), potrebbe avviarsi verso un profondo aggiornamento di gamma.

All’inizio del 2018, i vertici FCA-Fiat Chrysler Automobiles comunicheranno il piano quinquennale delle strategie per l’”asse Torino-Detroit” al 2022. Secondo alcune indiscrezioni che in queste ore vengono “captate” dal Web, una ampia fetta di nuovi progetti riguarderebbe proprio Alfa Romeo.

Su tutti, c’è il possibile sviluppo di tre modelli tutti nuovi: due “Sport Utility” e l’edizione coupé della Giulia. Bocche cucite in merito al periodo di “lancio” commerciale (per conoscerli, occorrerà attendere le conferme il prossimo gennaio) nonché ai dettagli tecnici; tuttavia, è possibile avanzare alcune ipotesi relative all’impostazione che accompagnerà le “new entry” Alfa Romeo in un lasso di tempo a medio termine.

Un nuovo SUV potrebbe aggiungersi all’attuale lineup Alfa: un modello di segmento superiore, “cugino” di Maserati Levante (con la quale potrebbe condividere l’assemblaggio, negli impianti di Mirafiori), che concorrerebbe ad un ruolo di competitor nei confronti di una produzione anglo-tedesca (Bmw X5, Audi Q7, Mercedes GLE, Porsche Cayenne; ma anche Jaguar F-Pace), che potrebbe aprire nuovi canali in alcuni dei mercati maggiormente ricettivi verso i SUV-Full size di segmento E, come USA e Cina.

Dal lato opposto, la futura immagine “offroad” per Alfa Romeo potrebbe essere contrassegnata, inoltre, da un inedito “Sport Utility” di segmento C, direttamente imparentato con Alfa Romeo Giulietta (una nuova generazione della “media” del Biscione dovrebbe arrivare a partire dal 2019), con la quale condividerebbe pianale e meccanica, fatte salve le ovvie differenze di assetto e di immagine del corpo vettura. “Base di partenza” potrebbe essere costituita dalla piattaforma modulare “Giorgio”, sviluppata da Fca sulla scorta di un apporto economico da oltre 900 milioni di euro e che aveva debuttato per la nuova Giulia. Sulla base delle ipotesi, tuttavia, si può pensare che un futuro “baby-SUV” per Alfa Romeo possa debuttare su strada non prima della seconda metà del 2019.

Occhi puntati, infine, su una futura versione di Alfa Romeo Giulia ulteriormente caratterizzata da un’allure sportiva. Alfa Romeo Giulia Coupé (questa la denominazione con la quale, per il momento, viene indicata dalle fonti Web) costituirebbe una derivazione della berlina Giulia di segmento D. Nelle scorse settimane, come avevano riportato alcuni organi di stampa internazionali, gli uffici tecnici FCA avrebbero iniziato un programma (finora in embrione) relativo ad una variante coupé di Alfa Romeo Giulia, da sviluppare con una particolare attenzione ai costi e, quindi, poco modificata rispetto alla attuale berlina. Il progetto, in questo senso, prevederebbe un “ritocco” ai volumi del veicolo, eliminando le porte posteriori per sostituirle con finestrini più piccoli e – di conseguenza – aumentando le dimensioni delle due porte anteriori, nonché cambiando leggermente la curvatura del tetto.

Si tratta, in ogni caso, di ipotesi, tutte da confermare: i programmi FCA “nero su bianco” saranno resi noti all’inizio del prossimo anno. Soltanto dopo le indicazioni ufficiali di Sergio Marchionne sarà possibile formulare indicazioni maggiormente circostanziate in merito ai futuri progetti per Alfa Romeo.