McLaren 570GT: da MSO una nuova serie speciale XP Green

A vent’anni dalla storica F1 XP GT Longtail, McLaren Special Operations ha allestito una edizione a tiratura limitata (sei unità) di 570GT con il corpo vettura nello stesso XP Green.

McLaren 570GT: da MSO una nuova serie speciale XP Green

Tutto su: McLaren 570GT

di Francesco Giorgi

19 settembre 2017

Una nuova lineup a tiratura limitata va ad aggiungersi alla gamma McLaren 570GT, la “sportiva non estrema” di Woking svelata al Salone di Ginevra 2016 quale edizione “addomesticata” – in termini di comfort e soluzioni tecnologiche improntate ad una maggiore dolcezza di utilizzo – rispetto alla gamma 570S.

Si tratta della serie speciale allestita nella livrea XP Green che gli appassionati delle supercoupé di maggiore prestigio conoscono bene per essere stata la verniciatura che contrassegnava, vent’anni fa esatti, la McLaren F1 XP GT “Longtail”.

Nel dettaglio, la nuova serie XP Green di McLaren 570GT, sviluppata dalla Divisione MSO – McLaren Special Operations con l’impiego di finiture personalizzate al corpo vettura e nell’abitacolo, viene resa nota insieme alle specifiche di produzione: sarà, infatti, “tirata” in sole sei unità, a partire dai prossimi giorni, per una selezionatissima clientela di Germania e Olanda, oltre che “ovviamente” britannica. Le modifiche saranno le stesse per tutti gli esemplari, a prescindere dal mercato di destinazione, e comporterano – comunicano i vertici di Woking – un sovrapprezzo di 21.000 sterline per ciascun esemplare.

Nel dettaglio, McLaren 570GT XP Green presenta la tinta carrozzeria nella identica nuance della “antenata” F1 XP GT Longtail del 1997, con in più – rispetto alla lineup attualmente in listino – esclusivi bordini anteriori e posteriori, un nuovo diffusore inferiore e, su ciascuna porta, una caratteristica striscia arricchita da un emblema “Union Jack” a finitura grigio argento. A cura degli artigiani MSO sono anche lo splitter anteriore, gli inserti alle porte, le prese d’aria laterali, le “minigonne” e il paraurti posteriore: tutti questi elementi, nella XP Green, vengono rifiniti in “Dark Palladium” o nella stessa tinta della carrozzeria. All’interno, l’abitacolo di McLaren 570S XP Green, con rivestimenti in tinta “Saddle Tan”, riceve esclusivi inserti in cuoio (verniciato in verde) ai sedili con cuciture a contrasto, nonché una targhetta – collocata sul tunnel centrale, immediatamente al di sotto dello schermo per il controllo delle funzionalità infotainment – che identifica ciascuna vettura come una delle sei che appartengono alla limitatissima collezione XP Green.

Resta disponibile, per gli “incontentabili” che riuscissero ad accaparrarsene un esemplare, il “pacchetto” GT Upgrade Pack, con kit rialzo vettura, telecamera posteriore di ausilio alle manovre di parcheggio, aggiornamento dell’allarme volumetrico, impianto audio Bowers & Wilkins, cerchi a cinque razze forgiati.

Ciò che viene mantenuto, nella serie speciale XP Green di McLaren 570GT, è l’impostazione tipicamente “gran turismo” per l’assetto e la parte relativa al gruppo propulsore. Le sospensioni, insieme al gruppo sterzo, sono state oggetto di una taratura specifica, da parte dei tecnici McLaren, in modo da addolcirne la rigidità nella misura del 15% all’avantreno e del 10% al retrotreno; l’unità motrice resta l’ultraperformante V8 da 3,8 litri sovralimentato e abbinato al cambio automatico con levette al volante, che eroga una potenza di 570 CV e 600 Nm di coppia massima, e permette a McLaren 570GT di raggiungere una velocità massima di 328 km/h e i 100 km/h con partenza da fermo in 3”4.