Lamborghini Urus: avrá motore da 650 cavalli e versione ibrida plug-in

Debutterà solo tra un anno, ma l’attesa rimane alta per la Lamborghini Urus, il primo SUV della storia del marchio chiamato a far raddoppiare le vendite globali.

Lamborghini Urus: avrá motore da 650 cavalli e versione ibrida plug-in

di Giuseppe Cutrone

17 maggio 2017

La Lamborghini Urus si annuncia come uno dei modelli più importanti per la casa di Sant’Agata Bolognese. Il primo SUV della storia Lamborghini, infatti, avrà il compito di far entrare il marchio italiano nel segmento degli sport utility di lusso ad altissime prestazioni.

Come già anticipato qualche tempo fa dal numero uno di Lamborghini, Stefano Domenicali, la Urus dovrà portare al raddoppio delle vendite rispetto ai volumi attuali, con un obiettivo di produzione fissato in 3.500 esemplari all’anno una volta a regime. Per riuscirci, il nuovo SUV punterà su fascino e prestazioni, come confermato dalla scelta di garantire una potenza di 650 cavalli sfruttando una versione rivista del biturbo V8 di 4 litri montato sulla Audi RS6 Avant Performance.

L’avvio della produzione della Urus è previsto per l’anno venturo e avverrà ovviamente nello storico stabilimento di Sant’Agata Bolognese. Per l’occasione l’impianto è stato ampliato arrivando ad avere una superficie di ben 150.000 metri quadri, ma particolarmente interessante è l’aggiunta di un nuovissimo centro verniciatura. Quest’ultima novità rappresenta una vera e propria prima volta per Lamborghini, che finora si era appoggiata ad aziende terze per la lavorazione cromatica delle proprie vetture.

Domenicali ha confermato infine che nel 2019 arriverà una versione ibrida plug-in, in modo da andare incontro alle esigenze di un mercato che sempre più spesso chiede motorizzazioni a ridotte emissioni anche su modelli ad alte prestazioni.