Auto low cost: dal 2011 ci sarà la Lada Granta

Renault e Autovaz vogliono lanciare la Lada Granta, auto low cost da 5.600 euro. Obiettivo: almeno 300.000 esemplari, per battere la Tata Nano

Auto low cost: dal 2011 ci sarà la Lada Granta

Tutto su: Lada

di Andrea Barbieri Carones

07 settembre 2010

Renault e Autovaz vogliono lanciare la Lada Granta, auto low cost da 5.600 euro. Obiettivo: almeno 300.000 esemplari, per battere la Tata Nano

I costruttori Renault e Avtovaz stanno pensando di produrre un’auto low cost da circa 5.600 euro, da destinare al mercato russo (paese in cui sarebbe prodotta) dalla fine del 2011 e in seguito anche nel resto d’Europa. La Lada Granta sarebbe costruita in circa 300.000 esemplari per sollevare un po’ il livello di vendite della Casa transalpina, proprietaria del 25% del brand Autovaz.

La Granta, il cui nome è stato scelto tra le 170.000 proposte giunte sul sito aziendale, sarà una city car che vuole fare concorrenza alle auto a basso prezzo prodotte in Cina e in India, in cui la Tata Nano è quella che costa meno e che è attesa in Europa tra non meno di un anno a una cifra intorno ai 5.000 euro chiavi in mano.[!BANNER]

L’obiettivo Renault è di ripetere il successo della Logan, venduta in più di mezzo milione di esemplari l’anno con il marchio della controllata rumena Dacia, che ha contribuito a mantenere a galla l’azienda francese in un pessimo momento congiunturale.

Riuscirà il colpo di sfondare anche con la Granta? Se questa funzionasse, sarebbe per Renault la prima soddisfazione avuta in Russia, mercato in cui l’auto ha subìto un crollo verticale del 50% nel numero di vendite nel 2009 rispetto al 2008. Dopo i 240 milioni di euro sborsati dal brand francese per salvare Avtovaz, è ora di rientrare nell’investimento.