Aston Martin Cygnet elettrica e Lagonda

La Cygnet a propulsione elettrica e l’ammiraglia Lagonda derivata dalla Rapide saranno le due maggiori novità di Aston Martin per il futuro

Aston Martin Cygnet elettrica e Lagonda

di Redazione

06 settembre 2010

La Cygnet a propulsione elettrica e l’ammiraglia Lagonda derivata dalla Rapide saranno le due maggiori novità di Aston Martin per il futuro

Aston Martin amplierà la propria gamma sia verso il basso (per modo di dire) con la Cygnet che verso l’alto con l’ammiraglia Lagonda. La Aston Martin Cygnet sarà la prima citycar della Casa britannica che deriverà dalla Toyota iQ, con cui condividerà il motore 1.3 a benzina da 99 CV di potenza e 170 km/h di velocità massima.

L’auto sarà prodotta in una serie limitata a 2.000 unità e alcune di esse raggiungeranno anche gli USA nel 2012, dove verranno vendute al prezzo di 35.000 dollari cadauna. Inoltre, nel 2013 la Cygnet sarà proposta anche nella versione elettrica EV da 100 km di autonomia.

Invece, il brand Lagonda rinascerà nel 2014 e identificherà la berlina di lusso derivata dalla Aston Martin Rapide. Inizialmente, il brand sarebbe dovuto rinascere con la versione di serie della Suv concept esposta al Salone di Ginevra 2009.

Aston Martin ha deciso di bocciare la vettura non tanto per gli alti costi di progettazione e le elevate emissioni di CO2, quanto per il fatto che gli estimatori del brand non digerivano la produzione di una Suv. Da qui il dietrofront.[!BANNER]

Per quanto riguarda la produzione attuale, Aston Martin ha lanciato la Rapide Luxe. Si tratta di una versione speciale destinata al solo mercato britannico. La Rapide Luxe è riconoscibile per i cerchi in lega dedicati a 10 razze da 20 pollici, gli interni in pelle rossa e altri particolari accessori, come l’impianto DVD per l’abitacolo posteriore con caricatore, cuffie wireless e telecomando. Completa il tutto il set di valigie in pelle alloggiate nel bagagliaio.

No votes yet.
Please wait...