Chevrolet Aveo e Cruze in salsa piccante

Dopo la concept Aveo RS presentata a Detroit, i vertici della GM tornano a considerare lo sviluppo delle due “compatte” in chiave performante

Chevrolet Aveo e Cruze in salsa piccante

Tutto su: Chevrolet Cruze

di Francesco Giorgi

26 agosto 2010

Dopo la concept Aveo RS presentata a Detroit, i vertici della GM tornano a considerare lo sviluppo delle due “compatte” in chiave performante

Torna a farsi avanti l’ipotesi di due versioni sportive per la Chevrolet Aveo e per la Cruze. E’ quanto comunicato, in questi giorni, dai vertici General Motors, riguardo alla possibilità di arricchire la gamma delle due “compatte” di segmento B e C con altrettante declinazioni in chiave performante.

Per la Chevrolet, questo significherebbe il ritorno a un progetto già visionato nei mesi scorsi, ma poi accantonato; un esempio può essere la concept Aveo RS, equipaggiata con il 1.4 turbo Ecotec da 140 CV (già visto sulla Opel Astra) e “incattivita” da cerchi in lega da 19″ a cinque razze, presentata a gennaio al Salone di Detroit: la vettura, in quell’occasione, aveva ricevuto un buon gradimento da parte del pubblico.

Successivamente, alcune voci di corridoio avevano annunciato il possibile sviluppo di una versione SS della Cruze: una interpretazione sportiva che potrebbe benissimo entrare a far parte della gamma di Detroit, anche in virtù dei successi della Cruze nel WTCC.

Secondo alcune indiscrezioni trapelate in questi giorni, i “piani alti” GM sarebbero tornati sui propri passi, per proporre lo sviluppo delle edizioni performance per Aveo e Cruze. O, almeno, per dare al doppio progetto una seconda chance: “In questo momento della nostra storia abbiamo delle eccellenti opportunità nel segmento delle citycar e delle compatte”, ha osservato Jim Campbell, vice presidente della Divisione Motorsport in General Motors.[!BANNER]

L’operazione di maquillage in chiave sportiva dei due modelli Chevrolet, ha spiegato lo stesso Campbell (che ha già lavorato per i team ufficiali GM nelle serie Nascar, American Le Mans Series e GrandAm), si articolerà su una partnership tecnica fra gli ingegneri che seguono in pista le squadre legate al Gruppo e i colleghi di Detroit. Il risultato lo vedremo presto.