Con la Estoque, la Lambo cambia forme

Secondo indiscrezioni, la Lamborghini potrebbe mettere in produzione la Estoque, la berlina presentata come concept nel 2008

La Lamborghini Estoque potrebbe entrare in produzione, per la gioia degli appassionati della casa del Toro. La notizia, non confermata dai vertici aziendali, arriva da fonti interne alla Casa di Sant'Agata Bolognese che parlano di dare un seguito alla concept car presentata nel 2008.

La Estoque avrebbe caratteristiche diverse da quelle delle solite Lambo muscolose e dovrebbe nascere dalla piattaforma della Porsche Panamera, risultando quindi una sorta di "variazione sul tema" rispetto alla Murcielago, alla Gallardo o alla storica Miura degli anni '70: sarebbe infatti una berlina 4 porte lunga ben 5 metri e 15 centimetri, con cerchi anteriori da 22 pollici e posteriori da 23 che però non stravolgerebbero le caratteristiche del brand italo-tedesco.

Il clou, come sempre, è nel motore che in questo caso è disposto in posizione anteriore arretrata e muove le quattro ruote motrici che aiutano a mantenere un'ottima tenuta di strada in modo da "cullare" le 4 persone che possono trovare spazio nell'abitacolo e nelle poltrone in pelle.

Il propulsore sarà probabilmente il potente V10 della Gallardo LP 560-4 e il meno muscoloso V8. Comunque siano le forme, una nuova Lamborghini fa sempre sensazione.

Se vuoi aggiornamenti su LAMBORGHINI inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Andrea Barbieri Carones | 06 agosto 2010

Altro su Lamborghini

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro
Anteprime

Lamborghini Huracan RWD Spyder: una "scoperta" tutta dietro

Sotto i riflettori del Salone di Los Angeles, Lamborghini svela la versione a trazione posteriore della Huracan Spyder.

Lamborghini Huracan: tuning by DMC
Tuning

Lamborghini Huracan: tuning by DMC

Body Kit in carbonio e 20 CV in più nel motore

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?
Anteprime

Lamborghini Huracan Performante: il debutto a Los Angeles?

La Casa di Sant’Agata bolognese potrebbe svelare al Salone americano una variante ancora più estrema della Huracan.