Mazda RX-8: vedremo l’erede nel 2013?

Si chiamerà RX-9; sotto il cofano avrà un motore Wankel. Occorre ancora lavorare sodo sul problema dei consumi e della coppia massima

Mazda RX-8: vedremo l'erede nel 2013?

di Francesco Giorgi

26 luglio 2010

Si chiamerà RX-9; sotto il cofano avrà un motore Wankel. Occorre ancora lavorare sodo sul problema dei consumi e della coppia massima

Mazda non rinuncia affatto allo sviluppo del motore rotativo Wankel. Secondo alcune indiscrezioni il marchio giapponese, rimasto l’unico a possedere nella propria gamma un motore rotativo Wankel, nel 2013 presenterà un modello da considerare diretto erede della celebre RX-7, la coupé rimasta in listino dal 1978 al 2002.

Il nome della nuova vettura dovrebbe essere RX-9. Massima attenzione ai consumi e alla coppia: in tal senso, un turbo “elettrico” potrà risolvere questi problemi. C’è infatti la necessità di adeguare il motore rotativo alle future norme Euro 6, in vigore dal 2014: vale a dire, poco dopo il periodo individuato dalla Mazda per il lancio della futura sportiva.

A questo proposito, potrà essere d’aiuto l’utilizzo dell’iniezione diretta, secondo un brevetto depositato nei mesi scorsi negli USA dalla stessa Mazda, noto con il nome in codice 16X.[!BANNER]

Questo è un argomento spinoso, tanto che rappresenta uno dei maggiori limiti per l’attuale portabandiera della propulsione rotativa della Casa, la RX-8, tolta di produzione perché non può rispettare le norme Euro 5.