La Mini Countryman torna a sfidare gli sterrati

Nel 2011 la Mini, magari derivata dalla Countryman, scenderà nuovamente in campo sui percorsi internazionali alla ricerca di vittorie nel rallye

La Mini Countryman torna a sfidare gli sterrati

di Yves D'Alessandro

21 luglio 2010

Nel 2011 la Mini, magari derivata dalla Countryman, scenderà nuovamente in campo sui percorsi internazionali alla ricerca di vittorie nel rallye

La leggendaria vettura che qualche decade fa ha infiammato gli appassionati sfidando con la sua leggerezza e versatilità auto ben più blasonate, tornerà a correre nel campionato rally, elaborata e messa a punto dai tecnici del team Prodrive, già vincitore di sei campionati del mondo rally con la Subaru Impreza WRC.

La notizia non è stata ancora confermata ufficialmente da Bmw, proprietaria del marchio Mini, e dall’elaboratore inglese, che per il momento tengono le bocche cucite sulla questione, ma i rumors si rincorrono facendo protendere la data del debutto ufficiale al rally di Costa Smeralda, in Sardegna, nel Maggio 2011, con presentazione ufficiale di team e vettura nella capitale italiana qualche giorno prima.

La base di partenza per l’evoluzione corsaiola sarà la Mini Countryman, che presterà allo sviluppo la sua base meccanica dotata delle quattro ruote motrici. Il motore dovrebbe essere il 1.6 turbo dalla duplice paternità Bmw-Psa, opportunamente potenziato ed irrobustito per sostenere gli stress meccanici ai quali deve sottostare una vettura da rally.[!BANNER]

Per gli appassionati di rally con qualche annetto sulle spalle l’evento rappresenterà sicuramente una occasione per rivivere i fasti del passato, mentre per Bmw sarà sicuramente una opportunità in più per accrescere il ritorno di immagine di un modello cosi ben riuscito ed apprezzato.