Gta Spano: a Ginevra 2015 la hypercar in grafene

La spagnola Spania Gta presenta al Salone di Ginevra la avveniristica hypercar Gta Spano 2015: materiali hi-tech per la scocca e prestazioni monstre.

Gta Spano: a Ginevra 2015 la hypercar in grafene

di Francesco Giorgi

04 marzo 2015

La spagnola Spania Gta presenta al Salone di Ginevra la avveniristica hypercar Gta Spano 2015: materiali hi-tech per la scocca e prestazioni monstre.

Il grafene è un materiale costituito da uno strato monoatomico di atomi di carbonio. Esiste da sempre in natura, tuttavia le sue qualità e caratteristiche sono state “scoperte” in tempi recentissimi. Grazie alle sue peculiarità (possiede la resistenza meccanica del diamante e la flessibilità della plastica) viene già studiato per possibili impieghi automotive, in special modo negli accumulatori di nuova generazione, nell’elettronica di bordo (grazie alle sue capacità di miniaturizzazione e conducibilità elettrica) e nelle carrozzerie. Proprio quest’ultimo possibile impiego è realtà, seppure allo stadio di prototipo. Il primo risultato, che viene presentato in questi giorni al Salone di Ginevra, è la versione 2015 della Gta Spano, supercar realizzata dalla spagnola Spania Gta in collaborazione con Graphenano, azienda spagnola specializzata nella produzione di grafene e da noi anticipata già nelle scorse settimane.

La avveniristica Gta Spano 2015 può, a buon diritto, essere considerata un interessante laboratorio tecnologico per lo studio degli impieghi del grafene in ambito automotive. Non a caso, la vettura dovrebbe essere prodotta in serie ultralimitata: appena 99 esemplari. Il corpo vettura della Gta Spano 2015 (telaio monoscocca in fibra di carbonio arricchito da elementi in titanio e, appunto, grafene) risulta, nel complesso, poco modificato rispetto alla precedente Spano, se si esclude un po’ di “morbidezza” in più nelle linee. Da segnalare, riguardo all’aerodinamica del veicolo, la presenza di un ampio alettone posteriore regolabile elettronicamente a seconda della velocità. Grazie all’impiego di materiali ultraleggeri, nonostante le dimensioni (4,68 m di lunghezza, 2 m di larghezza e 1,18 m di altezza, per un “passo” di 2.800 mm) e il serbatoio carburante da 100 litri, il peso complessivo risulta particolarmente contenuto: 1.400 kg in ordine di marcia.

Sotto il cofano, la nuova Gta Spano 2015 viene equipaggiata con un motore “home made” a 10 cilindri a V da 8 litri di cilindrata (7.990 cc) con lubrificazione a [glossario:carter] secco, disposto in posizione longitudinale – centrale, sovralimentato con due turbocompressori e in grado di sprigionare una potenza monstre: ben 925 CV a 6.300 giri/min e 1.220 Nm di coppia massima. L’unità powertrain viene abbinata a un cambio Cima automatico – sequenziale a sette rapporti, con levette al volante. La trazione è posteriore. L’assetto, tipicamente corsaiolo, si compone di doppi bracci oscillanti e ammortizzatori a regolazione elettronica automatica. Le ruote si compongono di cerchi da 9.5×19 all’anteriore e 12×20 al posteriore, che montano un set di pneumatici Pirelli PZero rispettivamente da 255/35 ZR 19 e 335/30 ZR 20. L’impianto frenante è un AP carboceramico, con pinze freno a sei pistoncini.

Per concludere, un occhio alle prestazioni della hypercar Gta Spano, che fanno entrare la vettura nel ristrettissimo club delle “oltre 350”: la velocità massima dichiarata dal costruttore spagnolo supera i 370 km/h, e l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede appena 2,9 secondi.