Alfa Romeo, il 2012 l’anno della svolta

Fra il 2012 e il 2014, Alfa Romeo presenterà diversi modelli: da un nuovo Suv alla Mito 5 porte, dalla Giulia alla futura Spider. E intanto Maserati..

Alfa Romeo, il 2012 l'anno della svolta

di Andrea Barbieri Carones

28 giugno 2010

Fra il 2012 e il 2014, Alfa Romeo presenterà diversi modelli: da un nuovo Suv alla Mito 5 porte, dalla Giulia alla futura Spider. E intanto Maserati..

Dopo aver festeggiato i 100 anni di storia, Alfa Romeo si prepara a far crescere il marchio per festeggiarne altri 100. A svelare i piani del marchio del Biscione è l’amministratore delegato Harald Wester, che ha anche sottolineato che le Alfa di oggi e di domani non devono pensare solo alla dinamicità dei loro motori – caratteristica che soddisfa una cerchia sempre più ristretta di clienti – ma anche al comfort, per allargare la base dei clienti.

Le novità sul piatto dei golosi di auto sono numerose: si comincia nel 2012, quando uscirà un Suv realizzato sulla base della piattaforma Compact. “Ne verranno prodotti fra gli 80 e i 100.000 esemplari ogni anno – spiega il manager tedesco – in modo da portare Alfa a un alto volume di vendite insieme alla nuova Giulia, che sarà lanciata anch’essa nel 2012, un anno prima della futura spider e di qualche altro prodotto su cui stiamo lavorando”. Solo per la Giulia viene anticipata qualche piccola informazione: le parole d’ordine saranno sportività e praticità visto che sarà sia berlina sia station wagon.

Eccoci al 2013, anno in cui arriverà una Mito a 5 porte, rivolta alla clientela femminile, che in questo segmento assorbe il 40% della produzione.

Sarà poi la volta del 2014, con il Suv del segmento D (realizzato con la piattaforma comune a Chrysler) e la Giulietta Tst, creata su misura per le esigenze e le normative del mercato statunitense.

Nel frattempo, Harald Wester è impegnato anche a verificare potenziali sinergie tra i marchi sportivi del gruppo Fiat: Alfa, Abarth e Maserati. Se il primo punta sui modelli citati, il tridente sta pensando all’ammiraglia del segmento E, che farà concorrenza alla Bmw Serie 5, alla Mercedes Classe E e all’Audi A6.

No votes yet.
Please wait...