Tata Nano Europa

Compatta ed economica, ma con un occhio di riguardo al comfort, allo stile e alla sicurezza: a Ginevra arriva la Tata Nano Europa

Tata Nano Europa

Tutto su: TATA

di Nicola Albanese

04 marzo 2009

Compatta ed economica, ma con un occhio di riguardo al comfort, allo stile e alla sicurezza: a Ginevra arriva la Tata Nano Europa

.

Dopo una prima presentazione della Nano nella passata edizione, la Tata Motors ha portato all’attenzione del pubblico del 79° Salone di Ginevra la nuova Tata Nano Europa, la nuova versione ideata per il futuro lancio sui mercati internazionali, più sviluppati e più esigenti, e sempre più sensibili alle auto economiche e pulite.

Con i suoi 3,29 metri di lunghezza per 1,58 metri di larghezza, la Tata Nano Europa continua ad essere una “enfant prodige“: la compattezza esteriore, infatti, si unisce ad un sorprendente comfort degli interni (ben diversi da quelli della versione indiana) considerando che riesce a garantire un abitacolo spazioso, con abbondante spazio per le gambe. Questa gradita innovazione, che dona anche maggiore manovrabilità all’auto, è stata ottenuta grazie all’allungamento del passo fino a 2,28 metri. Ad aumentare il comfort  si aggiunge poi il rinnovato stile degli interni, che si distingue per forme morbide, armoniose, e materiali decisamente migliori.

Ma il maggiore comfort non è la sola miglioria apportata alla versione Europa della Nano, che monta un vivace motore 3 cilindri a iniezione sequenziale (MPFI – Multi Point Fuel Injection), affiancato da un cambio automatico a cinque rapporti e dal servosterzo elettrico. Il motore a benzina è stato concepito per essere scattante, ma contenuto nei consumi ed ecologico allo stesso tempo. Con i suoi 100 g/km scarsi di CO2 riesce a rientrare perfettamente nella fascia beneficiaria degli ecoincentivi statali. Per rientare nei parametri occidentali, la Tata ha avuto un occhio di riguardo anche per la sicurezza, dotando questo modello di ABS, ESP e airbag multipli.

Assieme alla Nano Europa, la Tata ha presentato altre due novità: la Prima, una berlina lussuosa, dotata della grazia del disegno Pininfarina e di caratteristiche sportive, e la Indica Vista EV, la versione elettrica della Indica Vista, una quattro porte generosa, sia per spazio che per efficienza, visti il raggio d’azione dichiarato di 200 km e l’accelerazione da 0 a 60 km/h in 10 secondi.