Ecco le Bentley Continental per i cinesi

Continental GT Design Series China e Continental Flying Spur Speed China, più esclusive e potenti. Saranno esposte al Salone di Pechino

Ecco le Bentley Continental per i cinesi

Tutto su: Bentley Continental Flying Spur

di Francesco Giorgi

22 aprile 2010

Continental GT Design Series China e Continental Flying Spur Speed China, più esclusive e potenti. Saranno esposte al Salone di Pechino

I tempi cambiano, e i costruttori si adeguano. Con lo spostamento dell’ago della bilancia a est e il new deal commerciale dei mercati orientali per le vetture di maggiore prestigio, in questi giorni la Bentley ha comunicato l’imminente presentazione di due versioni della propria gamma che saranno destinate al mercato cinese.

Si tratta della Continental GT Design Series China e della Continental Flying Spur Speed China, che debutteranno nei prossimi giorni all’Auto China Motor Show di Pechino e saranno realizzate negli impianti di Crewe ma saranno vendute solo nelle concessionarie di Shenzhen, Shanghai, Pechino, Hangzhou, Guangzhou, Wuhan, Chengdu, Nanjing e Qingdao, che costituiscono la rete di vendita Bentley all’ombra della Grande Muraglia.

Continental GT Design Series China

Questo modello differisce dalla versione già in commercio per alcune modifiche. All’esterno, sono state aggiunte targhette identificative, e la tavolozza delle tinte carrozzeria si arricchisce dell’Orange e Magenta (anche in finitura metallizzata).[!BANNER]

Questo motivo cromatico è stato scelto dagli stilisti di Crewe per abbinarvi la nuova combinazione delle pregiate pelli per l’abitacolo, in tre tonalità di colore a contrasto.

Le rifiniture in legno per l’interno vettura prevedono l’utilizzo di materiali che, per il mercato europeo, sono disponibili su ordinazione: Noce tinta in tonalità scure e Amboyna.

Continental Flying Spur Speed China

Le variazioni sul tema per la vettura di grande prestigio più potente al mondo sono più marcate rispetto a quelle operate per la Continental GT. A partire dalla meccanica del V12 da 6 litri, che è stata aggiornata in modo da conferire alla vettura una velocità massima di 322 km/h (10 km/h in più rispetto alla Flying Spur “europea”) e un’accelerazione 0 a 100 km/h in 4,8 secondi (4 decimi in meno).

Modificato anche l’impianto di scarico: la versione cinese è ancora più silenziosa. Le rifiniture riguardano una nuova imbottitura per le “sedute” dei sedili passeggeri. All’esterno vengono applicate le targhette identificative.