La Lotus Elise si fa più sobria che mai

La nuova Lotus Elise 2011 fissa nuovi standard di emissioni per le sportive: appena 149 g/km di particolato

La Lotus Elise si fa più sobria che mai

di Andrea Tomelleri

12 aprile 2010

La nuova Lotus Elise 2011 fissa nuovi standard di emissioni per le sportive: appena 149 g/km di particolato

Ridurre le emissioni di CO2 è l’obiettivo più importante per le case automobilistiche. Lasciando da parte la questione della scarsa veridicità dei dati dichiarati, ne abbiamo parlato anche noi qualche tempo fa, questa tendenza è arrivata a coinvolgere anche i costruttori di auto sportive, come testimoniano la recente Ferrari HY-KERS o la nuova McLaren MP4-12C (che punta molto sul downsizing).

Anche Lotus entra nella partita, e lo fa dalla porta principale, realizzando la sportiva con le emissioni di CO2 più basse al mondo. Si tratta della nuova Lotus Elise 2011, che emette solo 149 grammi di anidride carbonica al chilometro, circa il 16% in meno del modello che sostituisce. Naturalmente il tutto senza rinunciare alle prestazioni, che rimangono di rilievo: l’auto accelera da 0 a 100 in 6,5 secondi.

Questo risultato è stato ottenuto migliorando l’aerodinamica del 4% ma soprattutto montando un nuovo motore 1.6 litri a 4 cilindri VVT-I, molto più efficiente del precedente.[!BANNER]

Bisogna certo dire che emissioni tanto basse sono possibili perché il progetto Elise ha già insito nel suo DNA quei valori di efficienza e leggerezza oggi tanto ricercati: pesando solo 876 kg ed arrivando all’incirca allo specchietto di un’auto “normale”, basta un motore di media cilindrata per regalarle prestazioni da sportiva con consumi accettabili. Questo, comunque, non scalfisce affatto il merito di Lotus, un marchio in rilancio che ci auguriamo torni presto ai fasti del passato.