Rapier SL-C: un prototipo... da strada

Costruita a Boston, si può ordinare con tre motori, tutti Chevrolet. Velocità massima di 357 km/h e prezzo da 179.000 dollari

Rapier Superlight Coupé

Altre foto »

Per chi desidera una supercar, e non sa resistere all'esotico, dagli Usa arriva la Rapier SL-C (sigla che sta per Superlight Coupé), una GT che sembra derivata pari pari dalle sportscar impegnate nella American Le Mans Series.

Due posti secchi, apertura delle porte a cerniera anteriore tipo Lamborghini, un enorme cofano motore che si apre in posizione contro marcia e assicura l'accesso a tutti gli organi meccanici (motore, cambio, sospensioni, telaio posteriore). Il tutto racchiuso in una scocca in materiali compositi e un telaio monoscocca in alluminio con elementi saldati a Tig.

La Rapier SL-C, frutto di uno sviluppo durato quasi cinque anni (così assicurano i tecnici del piccolo costruttore artigianale di Boston) è mossa da unità Chevrolet che i clienti possono ordinare fra tre varianti, tutte V8. Il primo è il 6,2 litri LS3 da 480 CV; la seconda proposta è il 7 litri LS7 da 505 CV. Oppure si può scegliere un poderoso 6,2 litri LS9 (lo stesso montato sulla Corvette Zr1) turbocompresso che sforna ben 638 CV.

Per il cambio, viene utilizzato un comando manuale a sei rapporti realizzato dalla inglese Ricardo, azienda specializzata nella costruzione di trasmissioni per il motorsport. L'utilizzo di materiali leggeri per la carrozzeria e il telaio fa diminuire il peso della Rapier SL-C, che a vuoto è di 1070 kg.

Quanto alle prestazioni, la Rapier non sarà allo stesso livello della SSC Ultimate TT, cronometrata a 413 km/h, della Koenigsegg CCR da 403 km/h o della Bugatti Veyron da 408 km/h; tuttavia, i 357 km/h dichiarati dal costruttore - e i 3 secondi per passare da 0 a 100 km/h - sono un risultato che pone la GT realizzata a Boston fra le vetture più veloci del mondo.

Ovviamente, il prezzo della vettura è adeguato: si parte da 179.000 dollari (132.000 euro), equivalente, dunque, ad altre GT presenti sul mercato. Va, però, considerato che la Rapier SL-C può essere completamente personalizzata, dall'estetica esterna, all'abitacolo, alla meccanica. Il prezzo finale per un esemplare pronto per essere messo su strada secondo le specifiche ordinate dal cliente, perciò, può essere ancora più salato.

Se vuoi aggiornamenti su RAPIER SL-C: UN PROTOTIPO... DA STRADA inserisci la tua e-mail nel box qui sotto:
di Francesco Giorgi | 01 aprile 2010

Vedi anche

Nuova Opel Insignia Grand Sport: debutta a Ginevra

Nuova Opel Insignia Grand Sport: debutta a Ginevra

Avrà una linea elegante e sportiva e tanta tecnologia per guidare in sicurezza.

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione

Toyota Camry: un teaser anticipa la prossima generazione

La nuova generazione della world car Toyota Camry abbraccerà uno stile più dinamico e sportivo.

Rolls-Royce Project Cullinan: il debutto nel 2018

Rolls-Royce Project Cullinan: il debutto nel 2018

Prosegue lo sviluppo dello Sport Utility di Rolls-Royce, atteso nel 2018: dopo Natale test al Circolo Polare Artico e nei deserti mediorientali.