Giulietta, quante emozioni allo stand Alfa

Eccola finalmente dal vivo a Ginevra allo stand Alfa Romeo la Giulietta, la berlina che ha il compito di sostituire la 147

Giulietta, quante emozioni allo stand Alfa

Tutto su: Alfa Romeo Giulietta

di Valerio Verdone

02 marzo 2010

Eccola finalmente dal vivo a Ginevra allo stand Alfa Romeo la Giulietta, la berlina che ha il compito di sostituire la 147

Ritorna un classico del passato a Ginevra, la mitica Giulietta, una delle Alfa Romeo più gloriose. Questa volta si tratta di una media dal carattere sportivo che ha il compito di sostituire la 147.

Nello stand del Biscione addetti ai lavori e appassionati del settore osservano curiosi le linee di quest’Alfa, esposta nelle livree bianco perlato e rosso bordeaux, che nasce sulla piattaforma Compact dalla quale prenderanno forma i nuovi modelli Fiat e Chrysler.

Passato e presente s’incontrano nel frontale contraddistinto dal classico scudetto e dalle luci a led. Dinamiche le fiancate con la maniglia posteriore annegata nello sportello e i cerchi in lega dal disegno a turbina.

Il posteriore è caratterizzato dagli ampi gruppi ottici e dal doppio scarico che sottolinea la presenza di propulsori dall’animo sportivo. Infatti, sotto il cofano della Giulietta troveranno posto motori benzina e diesel, tutti dotati di turbocompressore, capaci di sviluppare una potenza compresa tra i 105 CV del 1.6 MJT e i 235 CV del Tbi ad iniezione diretta. Quest’ultimo in particolare, possiede il pedigree delle Alfa di una volta e promette grandi emozioni alla guida. [!BANNER]

Sul piano dinamico la proverbiale stabilità dell’auto verrà garantita dalle sospensioni posteriori dotate di due bracci trasversali a lunghezza differenziata e da quelle anteriori MacPherson. Di una semplicità ricercata gli interni: riprendono la tradizione ma rappresentano nel contempo un elemento innovativo. Nell’area del Biscione troviamo anche la bellissima 8C Competizione in un ammaliante bianco perla, la MiTo Quadrifoglio Verde e una bellissima Alfa Romeo del passato proveniente dal museo storico.